«Porsche, moto, villa con piscina e borse di lusso»: la ‘bella vita’ del napoletano Peppe Montella

giuseppe montella

A capo della ‘banda’ di carabinieri che sono stati arrestati pochi giorni fa a Piacenza, c’era un appuntato: Giuseppe Montella. Il 37enne un umile stipendio da carabiniere, faceva invece la bella vita, una bella vita che in teoria non poteva permettersi. Aveva 23 conti correnti, e negli anni aveva cambiato ben 16 moto e 11 auto, come riportato dal sito Leggo, e non certo utilitarie: tra esse quattro BMW (due 320D, una X5 e una 520D), due Mercedes Classe A e una Porsche Cayenne.

Della sua bella vita, racconta oggi Repubblica, Giuseppe Montella si vantava sui social. Oltre ad auto e moto, aveva comprato anche una villa da 270mila euro, poco fuori Piacenza: «Non mi prenderanno mai, sono un carabiniere», diceva agli amici. I militari, secondo le accuse, trafficavano hashish (ma in alcune intercettazioni si parla anche di cocaina). La compagna di Peppe Montella, Maria Luisa Cattaneo, è finita invece ai domiciliari, accusata di spaccio e di aver aiutato il 37enne: nelle intercettazioni parla anche lei di soldi e di droga.

“Abbiamo venduto 20 kg di droga, adesso in città ci siamo solo noi”, le intercettazioni di Giuseppe Montella e gli altri carabinieri

Noi dobbiamo viaggiare a numero uno, i numeri due li lasciamo agli altri, adesso a Piacenza poi stiamo solo noi… perché a Piacenza non ce n’è più nessuno“, Peppe Montella è euforico. E’ in macchina con il socio Daniele Giardino l’amico Tiziano Gherardi. Questi è uno degli spacciatori più attivi della piazza piacentina. I due parlano di droga, di soldi, degli ultimi affari: “Noi ieri abbiamo venduto venti chili.
Tali frequentazioni apparivano, fin da subito, in evidente contrasto con lo status rivestito e l’attività svolta all’interno della stazione Carabinieri di Piacenza Levante – ricostruiscono gli investigatori. Soprattutto considerato il coinvolgimento di Giardino e Gherardi in attività di traffico e spaccio di sostanze stupefacenti anche volte all’approvvigionamento della piazza piacentina“.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.