cashback
cashback

In sostanza, nulla cambia per chi ha accumulato il bonus del 10% sugli acquisti effettuati tramite pagamenti elettronici (carte di credito, bancomat, app, ma erano esclusi gli acquisti on line) che riceveranno il bonifico di quanto accumulato entro il 29 agosto fino a un massimo di 150 euro. Confermato anche il superbonus da 1.500 euro per i primi 100 mila che hanno usato maggiormente i pagamenti elettronici. Ma dall’1 luglio il cashback si ferma.

I dubbi sul cashback

Sono stati tanti i dubbi sulla misura e sulla sua efficacia, a partire dai tanti “furbetti” che hanno frazionato i loro pagamenti per salire più in alto nella classifica del superbonus: emblematici i micropagamenti ai distributori di benzina. Le ipotesi in campo erano due: una rimodulazione della misura o la sospensione. Il governo ha optato per la seconda possibilità.

Proroga per i versamenti di giugno

Intanto, sono stati prorogati i termini dei versamenti di giugno per i contribuenti ISA e i forfetari. “Per tener conto dell’impatto che l’emergenza COVID-19 ha avuto anche quest’anno sull’operatività dei contribuenti di minori dimensioni e dei loro intermediari – si legge in una nota del Ministero dell’Economia – è stato adottato un DPCM che proroga il termine di versamento del saldo 2020 e del primo acconto 2021 ai fini delle imposte sui redditi e dell’IVA, per i contribuenti interessati dall’applicazione degli Indici Sintetici di Affidabilità (ISA), compresi quelli aderenti al regime forfetario”.

Il termine di versamento in scadenza il 30 giugno sarà prorogato al 20 luglio, senza corresponsione di interessi.
Sospeso il cashback di luglio-dicembre 2021: stop dal 30 giugno, poi sarà annullato del tutto?
Durante la cabina di regia nella serata del 28 giugno, deciso lo stop al cashback di Stato dal 30 giugno per 6 mesi. Niente rimborsi nel secondo semestre del 2021, poi si deciderà cosa fare per l’ultimo periodo previsto dal progetto, compreso tra il 1° gennaio e il 30 giugno 2022. Forse verranno limate le regole attuali, forse sarà annullato del tutto il programma.

Quando arriva il pagamento del cashback di Stato per giugno

Con lo stop preventivato dal 1 luglio, questi sono gli ultimi giorni del cashback di Stato 2021. Entro il 30 giugno si possono accumulare le 50 transazioni valide per ottenere indietro il rimborso del 10% di quello che si è speso con le carte elettroniche nei negozi, fino a un massimo di 150 euro. Secondo i dati dall’app IO sono quasi 5,9 milioni gli italiani che hanno raggiunto questo traguardo nel primo semestre.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.