Chi è l’attore Giuseppe Aiello, il piccolo Ciro di Marzio nel film L’Immortale

Il botteghino ha certificato il successo del film L’Immortale.  La pellicola ha mostrato la genesi criminale di Ciro di Marzio dall’adolescenza che rubava gli stereo alla maturità criminale. La terribile avventura inizia durante il terremoto a Napoli degli anni ’80 quando il neonato si salva dal crollo del palazzo.

 

L’unico sopravvissuto della famiglia di Marzio verrà mostrato all’età di 11 anni grazie all’attore Giuseppe Aiello. Il piccolo Ciro vive una vita da orfano dedito al crimine e cadrà inevitabilmente nelle mani della camorra. Lo spin-off di Gomorra affronterà il percorso che ha portato Ciro a diventare il sanguinario boss di Secondigliano.

 

L’INTERVISTA A MARCO D’AMORE

Ho fatto un’infinita serie di provini nelle zone periferiche di Napoli che sono sempre una piacevole sorpresa e hanno qualcosa di magico. Quando ho visto Giuseppe mi ha subito raccontato la sua voglia di far parte del progetto. Poi quando mi ha detto, dopo una lunga pausa di riflessione e con grande spontaneità: ‘io sono buono‘” mi ha davvero conquistato ha detto il regista e attore Marco d’Amore.

 

L’ULTIMA SCENA

Applausi in sala per il film l’Immortale, l’ultima scena fa sognare i fan di Gomorra 5