Bando lavoro Regione Campania, in 24 ore presentate già 16mila domande

A ventiquattro ore dalla pubblicazione sulla gazzetta Ufficiale del bando per le assunzioni a tempo indeterminato nell’ambito del Piano per il Lavoro della Regione Campania, si comunica che sono 16.000 le domande di partecipazione alla selezione che si svolgerà entro questa estate.

– “Ad ottobre 3mila campani potranno essere avviati al mondo di lavoro il che vuol dire che cambieremo la vita a 3mila persone”. Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, presenta così il Piano per il Lavoro della Regione Campania che è partito ufficialmente con la pubblicazione del bando, ieri sera. “In dodici ore alcune migliaia i candidati iscritti sulla piattaforma”, dice De Luca che mette in chiaro l’obiettivo ultimo del Piano: “Diecimila unità operative nella Pubblica amministrazione”.
Il termine ultimo per iscriversi è l’8 agosto; ci saranno le preselezioni, le prove scritte e ciò a cui si mira è concludere il concorso per fine settembre-inizio ottobre in modo da consentire ai 3mila campani di iniziare la loro esperienza lavorativa ad ottobre. Non ci sarà un limite di età per partecipare al concorso e sono ammessi sia i diplomati che i laureati. Ad oggi sono 282 gli enti che hanno aderito, 166 i comuni.
– Il primo bando del Piano Lavoro della Regione Campania è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale (oltre che sul sito della Regione e quello del Formez). La Regione, fa sapere l’ente, “ha premuto perché fosse pubblicato da subito tale bando per poter avviare al lavoro il primo blocco di giovani, in attesa del completamento del bando”.
Stamattina alle ore 10, nella sala “De Sanctis” della sede della Giunta regionale, il presidente Vincenzo De Luca incontrerà sindaci e sindacati per illustrare il bando e le tappe immediate previste.

I posti messi per ora a disposizione in questi due primi bandi pubblicati da Palazzo Santa Lucia sono, in totale, 2.175. La Regione “ha premuto affinché fosse pubblicato da subito tale bando per poter avviare al lavoro il primo blocco di giovani, in attesa del completamento del bando”, è quanto spiega una nota. Si tratta, quindi, solo della prima “tranche” di posti banditi per effettuare le prime assunzioni a tempo indeterminato rispettando quelle tempistiche che il governatore regionale Vincenzo De Luca, insieme anche al ministro della Funzione Pubblica, Giulia Bongiorno, avevano previsto; secondo la calendarizzazione concordata tra Regione e ministero, infatti, i primi inserimenti a conclusione del corso-concorso saranno effettuati in autunno.

Per quanto riguarda il primo bando di concorso per titoli ed esami (qui il link per scaricare il pdf), questo è volto all’assunzione a tempo indeterminato di 950 unità di personale non dirigenziale di categoria D. Dei 950 posti banditi, 328 sono per inserimenti presso la Regione Campania, 15 presso il Consiglio regionale della Campania e 607 presso gli enti locali della Regione Campania.

I profili ricercati sono i seguenti:

  • funzionario risorse finanziarie/pianificazione e controllo di gestione/specialista contabile
  • funzionario amministrativo e legislativo
  • funzionario tecnico/specialista tecnico
  • funzionario di sistemi informativi e tecnologici
  • funzionario comunicazione e informazione
  • funzionario di policy regionali
  • funzionario specialista socio-assistenziale

Per quanto riguarda i requisiti, oltre a quelli generici (quindi cittadinanza italiana e maggiore età) è richiesto il possesso della laurea o del diploma di laurea (o titolo equipollente). Ciascuna posizione, poi, richiede il possesso del titolo di laurea in classi specifiche e dettagliatamente illustrate nel bando.

Maxi concorso Regione Campania | Secondo bando, profili e requisiti

Il secondo bando di concorso della Regione Campania, per esami, è invece finalizzato all’assunzione a tempo indeterminato di 1.225 unità di personale di categoria C. Di questi posti 187 sono per assunzioni presso la Regione Campania, 18 presso il Consiglio regionale della Campania e 1020 presso gli enti locali della Regione Campania.

Questi i profili ricercati:

  • istruttore risorse finanziarie/contabile
  • istruttore amministrativo
  • istruttore tecnico
  • istruttore sistemi informatici e tecnologie
  • istruttore comunicazione e informazione
  • istruttore policy regionale
  • istruttore socio-assistenziale
  • istruttore di vigilanza

I requisiti di cui essere in possesso, anche in questo caso, sono quelli generici per i concorsi pubblici e, in questo caso, il diploma di istruzione secondaria di secondo grado la cui area cambia in base alla posizione considerata. Nel bandotutti i dettagli.