Controlli carabinieri
Immagine di repertorio

I carabinieri del Comando Provinciale di Napoli continuano a condurre controlli sul territorio con particolare attenzione alla movida e al rispetto delle normative anti-contagio. Nella serata di ieri sono state notificate in città 32 sanzioni per violazione del coprifuoco.

In particolare nel centro storico, allo scattare del coprifuoco sono state sgomberate con attenzione e senza criticità le piazze della movida e Calata Trinità Maggiore, Via Carrozzieri e Largo San Giovanni Maggiore. In quest’ultima piazza sono stati sanzionati 9 giovani, 2 dei quali segnalati anche alla Prefettura per uso personale di marijuana.

Nella notte, invece, i militari sono intervenuti in Piazza Carolina per allontanare 20 giovani che si erano assembrati ben oltre l’orario di coprifuoco. Alla vista dei Carabinieri sono fuggiti. Solo uno di questi, un pregiudicato, è stato fermato e sanzionato.

CONTROLLI NEL QUARTIERE DI NAPOLI

Ancora controlli nel rione Sanità dove i militari del Nucleo Radiomobile di Napoli hanno sequestrato 10 motocicli ad altrettanti “centauri” sprovveduti. Tutti i veicoli controllati violavano una disposizione del codice della strada e tutti sono stati sottratti ai conducenti: 10 su 10. 3 le persone arrestate in Via Galileo Ferraris per resistenza a pubblico ufficiale. Tutti a bordo di un solo scooter, senza assicurazione e con targa incollata con nastro adesivo, sono fuggiti ad un posto di controllo ma sono poi finiti contro uno spartitraffico.

GLI INTERVENTI IN PROVINCIA

Veicoli senza assicurazione nel mirino anche a Giugliano in Campania. I militari della locale compagnia hanno sequestrato 3 autovetture e 1 motociclo nel campo nomadi di Via Carraffiello. Erano sprovvisti di RCA e nonostante ciò circolavano regolarmente.

4 minori, invece, nel comune di Poggiomarino sono stati sorpresi a bordo di un’auto. Uno di loro, un 15enne, era alla guida ed è anch’egli fuggito ad un controllo. E’ finito contro un’altra auto e ferito una donna che era con il marito e i due figli piccoli. E’ stato denunciato.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.