Coronavirus, giallo in Campania: anziano muore dopo due tamponi negativi

Coronavirus, morto dopo due tamponi negativi
Coronavirus, morto dopo due tamponi negativi

È un 69enne della provincia di Avellino la 442esima vittima del coronavirus in Campania. L’uomo è deceduto questa mattina dopo una lunga degenza iniziata lo scorso 4 luglio. L’anziano, originario di Santa Lucia di Serino, si è spento questa mattina nell’ospedale San Giuseppe Moscati di Avellino in seguito a due tamponi negativi. Il protocollo suggerisce di considerare clinicamente guariti i pazienti risultati negativi a due tamponi consecutivi.

Ricoverato nella terapia intensiva del Covid Hospital, il 18 agosto era risultato negativo a due tamponi eseguiti a distanza di 24 ore ed era stato trasferito il giorno successivo, sempre intubato, in una camera di isolamento a pressione negativa del reparto di Rianimazione della palazzina centrale. Il 69enne era affetto da diverse patologie.

Il contagio da coronavirus in Campania

Sono 116 i nuovi contagi da coronavirus nelle ultime 24 ore in Campania. Un numero lievemente più rassicurante rispetto ai 138 di domenica. Lo ha comunicato l’unità di crisi della Regione Campania nel consueto bollettino giornaliero. Su 3.132 tamponi effettuati, dunque, sono 116 le persone risultate contagiate dal coronavirus. Di queste, si legge nella nota, 54 risultano essere di rientro dalle zone di vacanza. In particolare 30 di essi sono risultati positivi dopo il rientro dalla Sardegna, 24 dall’estero. Trentanove casi registrati nella sola città di Napoli. Numeri ancora alti che certificano la circolazione del virus nella regione ma che non destano ancora preoccupazione. I reparti di terapia intensiva non sembrano ancora risentire dell’aumento esponenziale dei “malati” confermati dai test.

La situazione all’ospedale Cotugno

Nelle ultime 24 ore, inoltre, non si registrano guarigioni – ferme a 4.356 – né decessi: 441 dall’inizio della pandemia. Al momento in Campania ci sono 1.041 positivi al coronavirus. È stazionaria sul fronte del numero di pazienti ricoverati la situazione all’ospedale Cotugno di Napoli, struttura di riferimento per il trattamento del Covid-19. L’ultimo bollettino riferisce che sono 2 i pazienti in terapia intensiva e 11 i ricoveri in terapia subintensiva (su una disponibilità di 8 posti letto). Esauriti i posti in degenza ordinaria con 16 pazienti. Per quanto riguarda il Covid Center del quartiere di Ponticelli i ricoveri sono 23, tutti in degenza ordinaria per coronavirus.