Covid in Campania, scendono i positivi ma con meno tamponi: il bollettino

Covid in Campania, sale la curva dei contagi: 12 morti nelle ultime 48 ore
Covid in Campania, sale la curva dei contagi: 12 morti nelle ultime 48 ore

È stato pubblicato dalla Regione Campania il bollettino con tutti gli aggiornamenti relativi ai contagi da Covid nella giornata di oggi, primo dicembre. Sono 1.113 i positivi del giorno su 9.241 tamponi effettuati. In totale, dunque, i contagiati da Covid sono 156.432 su 1.407.796 tamponi. Si sono registrati, purtroppo, 48 decessi (32 deceduti nelle ultime 48 ore e 16 deceduti in precedenza ma registrati ieri), che si aggiungono ai 1.721 precedenti. Sono invece 2.713 le persone guarite. Il totale positivi curati sale invece a 51.832.

Questo il report posti letto su base regionale:
 
Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
occupati: 179
Posti letto di degenza disponibili: 3.160
 occupati: 2.099

Le altre notizie sul Covid | Governo pronto al nuovo dpcm, ipotesi chiusure fino a gennaio

Il nuovo dpcm del presidente del Consiglio dei ministri potrebbe durare almeno fino a domenica 10 gennaio. L’Ansa ha dato alcune anticipazioni del vertice governo-Regioni in videoconferenza. Il nuovo Decreto dovrebbe entrare in vigore il 4 dicembre. Il ministro della Salute Roberto Speranza non avrebbe mostrato alcuna volontà di concedere allentamenti nel periodo delle festività. Con il ministro Speranza e il ministro degli Affari regionali Francesco Boccia ci saranno anche il commissario straordinario all’emergenza Covid Domenico Arcuri e il capo della Protezione civile Angelo Borrelli.

LE CHIUSURE SECONDO NEL DPCM

Dall’altro lato, Regioni, Anci e Upi. L’impalcatura del Dpcm appare delineata, con il coprifuoco anche a Capodanno, i ristoranti chiusi il 25 e il 26 dicembre, l’orario d’apertura dei negozi fino alle 21. Spostamenti vietati tra le regioni, probabilmente dal weekend prima di Natale, anche in fascia gialla. Eventuali eccezioni per chi ha la residenza in un’altra regione o per chi dovrebbe far ritorno al proprio domicilio e, con l’occasione, rivedere la propria famiglia. Nella zona arancione, secondo le regole già adottate, non è consentito lasciare il proprio comune. Più libertà di movimenti potrebbe essere concessa a chi vuole raggiungere la propria seconda casa all’interno della zona gialla prima del blocco.

IL COPRIFUOCO DURANTE LE FERIE NATALIZIE

La conferenza sul dpcm è servita per fare il punto sulle nuove misure in vista delle ferie natalizie. Dagli spostamenti alle aperture, dai divieti al coprifuoco. E se qualche governatore spinge per timide riaperture, come quello della Valle d’Aosta che – nonostante la regione sia considerata ‘zona rossa’ – ha deciso di riaprire i negozi di prossimità. Altri, come quello del Lazio, Nicola Zingaretti, considerano “diabolico” ripetere l’errore di questa estate, quando sentimento comune era quel “liberi tutti” diventato concausa della nuova, pesante, ondata della pandemia.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.