Critiche ai neomelodici, Barbara D’Urso contro l’ex sindaco di Castelvolturno:«Si vergogni»

Tensione nello studio di Barbara D’Urso. La conduttrice ha discusso animatamente con l’ex sindaco di Castel Volturno, il quale ha criticato con asprezza la musica neomelodica napoletana. Mandando su tutte le furie Carmelita, una partenopea doc. L’ex primo cittadino del comune campano ha dichiarato che durante il suo mandato, ha vietato la piazza ai cantanti neomelodici. La loro non è musica tradizionale – spiega – ma “musica di me**a”.

Quelle usate da Dimitri Russo sono state parole davvero dure: “Quello che i neomelodici cantano non fa parte della tradizione napoletana. Cantano solo l’amore, canzoni preconfezionate, tutte uguali”. Insomma, niente a che vedere con la vera musica tradizionale celebrata – ricorda Russo – da grandi artisti come Massimo Ranieri, ad esempio. Immediata la replica di un rappresentante della categoria: “Io mi sento offeso. Dovrebbe vergognarsi di dire certe cose a giovani, ragazzi per bene che cantano l’amore” ha detto Tony Colombo in collegamento da casa sua.

La reazione della conduttrice e i commenti del pubblico

Anche da studio, Barbara D’Urso ha provato a difendere la canzone neomelodica napoletana dagli attacchi dell’ex sindaco di Castel Volturno, in nome della sua napoletanità.

D’altronde, Carmelita ha più volte dato spazio ai cantanti di questo controverso genere musicale che spopola in Campania e in molte zone del Sud Italia. Ma i telespettatori sembrano essersi invece schierati con Russo, almeno stando ai post apparsi sui social. La notizia riportata dal blog Funweek.