12.9 C
Napoli
giovedì, Gennaio 27, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Dal lager a Quarto al ‘canile ‘famiglia’ a Giugliano, la rivincita del Movimento Animalista


Più che un luogo dove far crescere amici a 4 zampe era un vero e proprio lager, dove i poveri animali venivano abbandonati in condizioni vergognose. Grazie all’intervento del Movimento Animalista Nucleo operativo è stato messo fine a questa vergognosa vicenda ed ha dato una nuova vita ai cani, grazie alla disponibilità e alla cura del canile di ‘Recano’ situato a Giugliano.

Ma andiamo con ordine e raccontiamo la storia. I volontari del Nucleo Animalista già lo scorso novembre avevano effettuato un primo intervento con un esposto alle autorità locali ma senza un buon esito: i cani infatti, dopo l’intervento della polizia municipale, vennero solo spostati da una parte all’altra dell’appezzamento di terra e precisamente nella parte riservata ai maiali, rendendo ancor più precarie le condizioni igienico -sanitarie delle due povere bestie, successivamente documentate da filmati realizzati da alcune volontarie esponenti di Movimento Animalista nucleo operativo.

Finalmente, dopo numerose denunce, l’intervento dell’Asl veterinaria si rivelò risolutivo: i cani vennero sequestrati. Marina Colasanto responsabile provinciale di Napoli M.A., Antonella Dicuonzo ed un altro simpatizzante del M.A, in seguito ad un sopralluogo presso la struttura Recano a Giugliano, effettuato senza preavviso ai responsabili con l’intenzione di verificare le condizioni di salute dei due animali, hanno potuto constatare che il  canile era igienicamente perfetto e che i cani ospiti dello stesso fossero tenuti in maniera eccellente con un trattamento pari ad una pensione a pagamento. “Un plauso va ai responsabili di tale rifugio per la loro gentilezza e disponibilità e soprattutto per la gestione impeccabile ed attenta che dovrebbe essere di esempio a tutti coloro che hanno intrapreso questo tipo di attività senza avere la coscienza di condurla nel rispetto della dignità animale. .Si ricorda a chiunque fosse interessato, che i due cani , ormai risanati, sono in cerca di una famiglia che possa amarli per sempre e far loro dimenticare le angherie subite”. Soddisfatta anche Fortuna Coppola, che gestisce il canile in modo impeccabile: “Sono infermiera e l’amore per i cani è nato proprio perché sono anime innocenti, soprattutto i randagi che non hanno una casa ed il calore di una famiglia”

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Finti test positivi venduti a 1000 euro, scoperto un altro scandalo in Italia

Mille euro in contanti per ottenere un certificato di falsa positività e, terminata la quarantena, avere il Super Green pass senza vaccinarsi. La...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria