«Denise Pipitone è viva e l’ho individuata». Storie Italiane l’ex pm Maria Angioni rilascia in diretta una dichiarazione ‘bomba’ che apre una nuova pista e riaccende le speranze. Angioni si è occupata in passato del caso e ha preso a cuore la vicenda della bambina scomparsa a Mazara Del Vallo 17 anni fa. Ha continuato a indagare anche senza incarico formale e ora ha portato nuovi elementi sul tavolo della Procura e del legale di Piera Maggio. Denise sarebbe ormai una donna e avrebbe anche una figlia. 

L’ex pm è sempre stata sicura che la bambina fosse sopravvissuta. In collegamento con la trasmissione condotta da Eleonora Daniele svela di averla trovata e di temere ora per la sua sicurezza e il suo benessere emotivo. «L’unica cosa di cui ho paura è la perdita di serenità di un nucleo familiare. La prima cosa importante è preservare l’equilibrio psicofisico delle persone coinvolte», ribadisce più volte Angioni. Entrando nel dettaglio delle indagini spiega: «Grazie a due persone ho individuato una persona che potrebbe essere Denise e ho scoperto che ha una figlia». 

Denise Pipitone, la presunta famiglia di Denise

Come sottolinea l’ex pm si tratta di un’ipotesi da verificare molto in fretta, sebbene sia certa di aver risolto il mistero. La mamma di Denise, Piera Maggio, è a conoscenza di tutto. «Ho mandato tutto alla Procura e al suo avvocato Frazzitta». La donna che lei crede Denise sta bene ed è felice, ma non sa ancora nulla. «La situazione è difficilmente controllabile. Non sta con i componenti della famiglia allargata di cui ho sempre parlato, ma ci siamo arrivati proseguendo quel pensiero. Altro non posso dire, altrimenti farei un danno. Quello che ho verificato adesso mi dà conferma di quello che ho sempre pensato. Ora temo per la sua sicurezza fisica e per la serenità del suo nucleo familiare dove adesso è inserita. Quella persona non sa di essere una bambina rapita e non lo sa il marito». Alla domanda di Eleonora Daniele sull’eventualità che si trovi in Italia risponde: «L’abbiamo trovata in un contesto molto sereno e internazionale. Non c’è una violazione del segreto perché è una mia

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.