19.1 C
Napoli
sabato, Ottobre 1, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

“Diktat aziendale? Adl e Spalletti devono spiegarci un po’ di cose…”, furia Chiariello dopo Cagliari-Napoli


Nel corso di ‘Campania Sport’ su Canale 21, il giornalista Umberto Chiariello ha commentato nel suo editoriale il pareggio del Napoli a Cagliari: “Napoli decimato, inguardabile e deve spiegarci un po’ di cose. Il pareggio alla fine salva la faccia al Napoli e al campionato del Napoli, perché lascia del tutto invariata la situazione. Ricordiamo però che ora di partite ne restano 12 ed è stata l’ennesima occasione perduta dopo il pareggio con l’Inter, agganciata in classifica ma con una partita in più.

Stasera De Laurentiis e Spalletti devono spiegarci un po’ di cose. Era un Napoli con un turnover e uno stravolgimento tattico, sì reso necessario dalle assenze, ma che è andato un po’ oltre misura. Mi spiegate se Osimhen e Fabian, che sono stati i migliori in campo quando sono entranti in campo al 66’, Fabian ha disegnato calcio e Osimhen ha concretizzato mangiando in testa all’avversari, se erano in condizione di giocare perché non hanno giocato? E perché nella partita che può segnare l’avvicinamento allo scudetto e l’aggancio alla vetta il Napoli non solo fa turnover, ma fa una formazione illogica con uno schema di gioco a cui non è abituato e non fa un tiro in porta. Diciamolo ai punti il Cagliari ha meritato molto più del Napoli. Si è messa anche la papera di Ospina, il quale poi dopo, da uomo, ha salvato più di un’occasione del Cagliari perché non si è abbattuto. Ha continuato nonostante il macroscopico errore, gli va dato atto. Ma bisogna capire perché il Napoli cambia sistema di gioco, passando a una difesa a tre poi diventata a cinque, subendo il Cagliari e senza proporre niente. Se Fabian Ruiz e Osimhen erano in grado di giocare, dovevano giocare, perché era questa la partita importante non bisogna si aspetta il Barcellona.

Voglio capire ma c’é un diktat aziendale di privilegiare l’Europa League? Perché non si spiega perché il Napoli stasera non abbia schierato la migliore formazione. Mi avessero detto che Osimhen e Fabian non erano in grado di giocare avrei capito, ma invece sono stati i migliori in campo e hanno giocato mezz’ora. Perché non hanno giocato il primo tempo? Perché il Napoli ha rinunciato ai suoi uomini migliori? Perché il Napoli ha cambiato il sistema di gioco nella partita determinante? Il Napoli si è salvato da una sconfitta rovinosa. Alla fine ha avuto fortuna, ma non era certo questo il Napoli che la gente si aspettava di vedere in una partita che doveva sancire l’aggancio alla vetta se pur momentaneo (l’Inter ha una partita in meno). L’Inter ha fatto un punto in tre partite, il Milan ha perso a Salerno, l’Atalanta è frenata, la Juventus non rimonta e quando ne approfitti? Mal comune mezzo gaudio? No! Stasera Spalletti ci deve spiegare perché. Perché Fabian e Osimhen non si tengono in panchina fino al 66’ e non si gioca a tre contro il Cagliari, che non è il Barcellona, quando non l’ha fatto per tutto il campionato. Questa partita non valeva tre punti, ma il sogno dei napoletani. Io stasera sono nero perché il pareggio è un brodino che maschera quello che abbiamo visto in campo, cioè il nulla!

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Galleria Umberto, parte il servizio di vigilanza notturna. Manfredi: “Impegno mantenuto”

In serata, alle ore 20, come previsto dal verbale di intesa sottoscritto, lo scorso 3 agosto, tra Prefettura di...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria