Emanuele ‘Lele’ Spedicato, l’abbraccio dei Negramaro in ospedale

Emanuele 'Lele' Spedicato

Momento molto toccante oggi in ospedale per i Negramaro, che stanno facendo i conti da ieri con le condizioni di salute di Emanuele ‘Lele’ Spedicato. Il loro chitarrista, ricoverato e intubato in rianimazione all’ospedale Vito Fazzi di Lecce. Questa mattina a tutta la band salentina è stato concesso dai medici di entrare in stanza a salutare Lele. Colleghi e amici di Spedicato hanno voluto fargli sentire la loro presenza e fare il tifo per lui.

L’abbraccio dei Negramaro a Emanuele ‘Lele’ Spedicato

Intorno al letto del chitarrista, i Negramaro si sono raccolti in un abbraccio. Un momento, secondo chi era presente, che è stato molto commovente. Per i medici che lo hanno in cura, i parametri vitali di Spedicato sono buoni. «L’assenza di peggioramenti» nella notte «induce a un pizzico di ottimismo», hanno fatto sapere dall’ospedale. Le condizioni di Lele sono stazionarie: al momento non è contemplata l’ipotesi di un intervento chirurgico.

Lele Spedicato, tutti vicini al chitarrista dei Negramaro

#Forza Lele, siamo con te” è l’hashtag che si sta diffondendo alla velocità della luce sui profili Twitter dei fan ma anche degli amici e colleghi del mondo della musica di Emanuele Lele Spedicato. Il chitarrista dei Negramaro è stato infatti colpito da un’emorragia cerebrale nella mattinata di lunedì 17 settembre. Le sue condizioni sono apparse subito gravi, tanto da destare l’allarme di tutti. Da Fiorella Mannoia ad Alessandra Amoroso, da Ermal Meta a Lorenzo Jovanotti, sono molti i colleghi musicisti che hanno espresso il loro #ForzaLele.

Un sentito incoraggiamento va anche alla moglie di Emanuele Lele Spedicato, Clio Evans, che è in dolce attesa. Fra poche settimane infatti metterà al mondo il bimbo concepito insieme al musicista. I due hanno celebrato il matrimonio alla fine del 2017. Come trapelato dalle prime fonti, è stata proprio Clio a trovare il marito privo di sensi a bordo piscina nella loro casa in Salento, chiamando poi subito i soccorsi.

Chi è Emanuele Lele Spedicato 

Ha 37 anni ed è nato a Veglie, in provincia di Lecce.

Si tratta del il carismatico interprete delle chitarre dei Negramaro, presente nel gruppo salentino fin dagli esordi nel 1999. Il chitarrista è stato dunque ricoverato ieri mattina in rianimazione all’ospedale Vito Fazzi di Lecce a causa di una emorragia cerebrale. I medici definiscono le sue condizioni stazionarie, mentre fanno sapere che i parametri vitali del musicista sono buoni. Si sottolinea inoltre «l’assenza di peggioramenti» nella notte, che «induce a un pizzico di ottimismo». Al momento non è ancora prevista l’ipotesi di un intervento chirurgica, mentre la prognosi resta tuttora riservata. Nel contempo, come detto, continuano ad arrivare numerosi i messaggi di sostegno sui social. Oltre ai colleghi musicisti, infatti, sono tantissimi i nomi del mondo dello spettacolo che su Twitter e Facebook fanno rimbalzare la voce «Forza Lele». Spedicato ha fondato i Negramaro a Copertino ormai quasi 20 anni fa, insieme a Giuliano Sangiorgi e a Ermanno Carlà, bassista del gruppo.