Gianluca Di Marzio: «Iniziato il conto alla rovescia per Maurizio Sarri alla Juve. La situazione»

La Juventus ha in mente solo Maurizio Sarri, ma per portare l’ex allenatore azzurro a Torino ci sarà bisogno di un ulteriore esborso economico. Gianluca Di Marzio, attraverso il suo sito ufficiale, ha aggiunto nuovi particolari sulla trattativa Sarri-Juventus: “L’obiettivo è studiare una exit strategy che possa accontentare tutti. Anche se si percepisce il timore che l’operazione possa essere più complicata dopo la conquista dell’Europa League di ieri. La preoccupazione è infatti che il Chelsea possa chiedere un indennizzo per lasciarlo partire, proprio visto il successo ottenuto e la conseguente interruzione di un possibile ciclo vincente con Maurizio Sarri alla guida dei blues. Lo stesso allenatore, per altro, ha già manifestato l’intenzione di parlare con la società per conoscere quello che pensa a 360°. Da questo incontro (Sarri-Chelsea) scaturirà la decisione finale”.

Sacchi e Sarri

“Mi ha fatto un gran piacere la vittoria del Chelsea di Sarri. Sennò poi dicono sarebbe finito in quella categoria di allenatori di cui dicono ‘è bravo e bravo ma non vince mai’. Ha vinto meritatamente. Ha vinto una partita non facile, ha degli ottimi giocatori, che però in generale giocano poco per la squadra”. Così Arrigo Sacchi commenta, a Radio Capital, la vittoria del Chelsea nella finale di Europa League. Poi Sacchi passa a parlare dell’allenatore giusto per la Juventus. “Ho sempre pensato che l’allenatore debba essere insieme sceneggiatore e regista, altri invece interpretano quel ruolo in modo diverso – spiega Sacchi – io ho una predilezione per quelli che lo interpretano così, e che danno uno stile alla squadra. In Italia se ne sono solo 4 o 5, che sono buoni strateghi e danno un’impronta alla propria squadra. Tutti gli altri altri sono solo dei tattici. Sarri ha dimostrato di saper dare uno stile alle proprie squadre, un’identità. Sarri alla Juventus sarebbe una rivoluzione importante”.