Un’altra puntata ricca di emozioni del Grande Fratello Vip è andata in onda, lunedì 28 dicembre, su Canale 5. Nomination, colpi di scena ed una eliminazione. A lasciare la casa più spiata d’Italia è stata Sonia Lorenzini. L’influencer ha perso al televoto contro Giacomo Urtis. Sonia ha dovuto lasciare immediatamente la Casa dopo aver passato solo qualche settimana all’interno del Grande Fratello Vip.

Prima dell’eliminazione l’ex tronista ha dovuto scegliere una persona alla quale rivolgere un pensiero speciale. L’influencer ha scelto Dayane Mello: “È stata la prima persona che mi ha introdotto in questo bellissimo gruppo“, ha dichiarato Sonia.

A far molto discutere nell’ultima puntata, come sempre, sono stati gli outifit super glamour sfoggiati dalle ‘vippone’. Sia in casa che in studio. Come si legge sul sito di pettegolezzi Biccy, tutte sfoggiano migliaia di euro di guardaroba ed i loro look sono cliccatissimi online sia da chi vorrebbe imitarle e prendere spunto, sia da chi ama fare i conti in tasca.

Questa settimana ad aver “speso” di più al Grande Fratello Vip non è stata Elisabetta Gregoraci, bensì Giulia Salemi che si è presentata in diretta con un vestitino monospalla di Yves Saint Laurent dal valore di 1990 euro, con tanto di sandali in velluto di Casadei da 650 euro.

Secondo posto, sempre come riportato da Biccy, per Elisabetta Gregoraci che come ogni puntata ha optato per un look firmato Elisabetta Franchi. Un modello total black con fiocco  e maniche a sbuffo da 669 euro; ai piedi un paio di Gucci da 650 euro.

Da non sottovalutare Sonia Lorenzini, l’eliminata della puntata, che – dopo aver indossato per ben due puntate abiti già visti addosso a Chiara Ferragni – ha vestito un modello paiettato di Paco Rabanne da 1.200 euro.

Ultima, ma solo per prezzo, Natalia Paragoni: il suo kimono viola è Zara e costa 49,95 euro.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.