18.4 C
Napoli
sabato, Maggio 18, 2024
PUBBLICITÀ

“Ho detto no al Manchester United per Gigi D’Alessio”, il retroscena svelato da ADL

PUBBLICITÀ

Nel corso della conferenza stampa di presentazione del prossimo ritiro estivo a Castel di Sangro, il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis – oltre a dare importanti indizi sul nuovo allenatore e sul futuro di Giuntoli (qui le sue parole) – ha svelato un curioso retroscena. Queste le sue dichiarazioni trascritte da TMW:

“Ho ricevuto l’invito del Barcellona di partecipare al Trofeo Gamper, ma ho ringraziato e detto di no. Poi ho ricevuto l’invito dal Manchester United per andare lì il 5 agosto, ma c’è Gigi D’Alessio nel nostro ritiro in Abruzzo e non posso. Per me è molto importante far venire le squadre estere a Castel di Sangro a giocare al Teofilo Patini. Il quando non lo sappiamo, dovremo vedere col nuovo allenatore, ma probabilmente le amichevoli saranno nei weekend. Andremo a Castel di Sangro dal 28 luglio al 12 agosto. E in quel periodo faremo almeno tre amichevoli con squadre straniere. A tutti quelli che mi offrono del denaro per andare a giocare altrove, dico grazie ma anche no perché dobbiamo preparare al meglio la prossima stagione. La preparazione atletica è ciò che ci è più caro”.

PUBBLICITÀ

Per il momento non venderemo alcun calciatore, casomai integreremo qualcun altro

L’anno scorso abbiamo inaugurato un ciclo e mi auguro che possa andare avanti per anni. Adesso dobbiamo cercare di rafforzarci ancor di più in Europa. A me non ha dato molto fastidio la partita di Champions a Milano o la partita di Champions a Napoli. Mi ha dato molto fastidio la partita di campionato giocata pochi giorni prima, col Milan, persa così malamente. Quella mi ha sconcertato. Non puoi essere il Napoli, che fa quel tipo di campionato, e poi con una squadra abbordabilissima perché in Champions è uscita con l’Inter e in campionato ha fatto molti meno punti di noi. Là può esserci stata una svista arbitrale, delle sviste del VAR. E poi c’è stata la nostra pecca di sbagliare un rigore. Se noi non sbagliavamo un rigore avremmo potuto vincere 3 a non so quanto.

A me ha sconvolto la partita di campionato col Milan, lì non ci ho capito più nulla. Ho pensato che non fosse più la nostra squadra. Nel mondo del calcio ci si abitua a dire ‘Ci può stare’, ma che ci può stare?! Stiamo scherzando?! Non ci deve stare, non ci può stare. Quella serata è forse la peggiore da me vissuta negli ultimi 18 anni. Ci sono rimasto male per la squadra, per l’allenatore, per i tifosi, per noi. Non puoi arrivare a un appuntamento così importante in campionato in quel modo. O uno la perde per non far capire nulla in vista della Champions League, e strategicamente può essere un discorso, ma non c’era bisogno di perdere 4-0. Non mi fa piacere vedere lo stadio che si svuota. Quello non fa mai piacere. Io ho visto delle partite internazionali in cui l’altra parte dello stadio si è completamente svuotata dopo la sconfitta. E’ vero che io l’ho fatto a Pechino, rifiutandomi di partecipare, ma lì l’avevano fatta grossa. Il resoconto dal 2005 in poi, su quel tipo di abitudine, l’abbiamo visto e sta là, è storia.

Spero di aver inaugurato un ciclo, mi batterò per far sì che questo possa ripetersi. Poi bisogna vedere quanto si rafforzano gli altri, se ci saranno degli incidenti di percorso, visto che bastano 2-3 giocatori che si fanno male. Io sono un assertore della battaglia contro la FIFA per la Coppa d’Africa. Ho sempre detto che le date sono sbagliate, durante il campionato perché dovete togliermi 2-3-4 giocatori fondamentali? Parlo di me e anche degli altri club ovviamente, sono problemi di tutti. C’è ancora molto da lavorare con FIFA e UEFA da questo punto di vista. Ci sono delle storture. Andrebbero aperti gli Stati Generali del calcio per i prossimi cinque anni, al fine di analizzare tante storture che non fanno bene ai tifosi che poi si arrabbiano e hanno ragione”.

PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Buone ragioni per comprare un climatizzatore Daikin

Daikin è di certo uno dei brand più affidabili nel settore dei climatizzatori per uso residenziale. Parliamo, infatti, di...

Nella stessa categoria