Speronano l’auto dei carabinieri per scappare, folle inseguimento tra le strade di Casalnuovo

Inseguimento a Casalnuovo
Inseguimento a Casalnuovo

I carabinieri della tenenza di Casalnuovo di Napoli hanno arrestato per violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e ricettazione Braho Ahmetovic, 49enne di origini montenegrine già noto alle forze dell’ordine.
L’uomo era in Via Ligustri, alla guida di una vettura risultata oggetto di un furto denunciato lo scorso 7 agosto ad Afragola. Con lui c’erano altre 4 persone.

L’ìnseguimento a Casalnuovo

Sorpresi dai carabinieri i 5 hanno accelerato e nonostante l’alt imposto hanno deliberatamente aumentato la velocità e speronato la pattuglia per sfuggire alla cattura.
Solo la prontezza di riflessi del carabiniere alla guida, che è riuscito a deviare sulla destra la traiettoria di marcia, ha evitato che il frontale portasse a conseguenze molto più gravi.
Un impatto molto forte che ha fatto esplodere gli airbag e arrestato la marcia di entrambi i veicoli.

Nonostante il violento urto, 4 dei 5 occupanti sono riusciti a fuggire. I militari hanno bloccato il quinto dopo un inseguimento a piedi. Nella vettura rinvenuti e sequestrati anche arnesi da scasso e una centralina per forzare l’accensione delle automobili.
In manette, il 49enne è stato ristretto in camera di sicurezza in attesa di giudizio.
I militari intervenuti se la caveranno con 5 giorni di prognosi per le contusioni provocate dall’impatto. Nessun trauma per l’arrestato.
Continuano le indagini per risalire all’identità delle altre persone coinvolte.

Le altre notizie | Tentato omicidio a Napoli, arrestate 3 persone e fermato un minorenne

A Napoli è in corso una operazione della Polizia di Stato in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Napoli su richiesta dalla Procura della Repubblica di Napoli nei confronti di 3 soggetti.  Nello specifico si tratta di un decreto di fermo emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Napoli. Tra le persone colpite c’è un anche un minorenne. Sugli accusati cadono gravi reati, come quelli di tentato omicidio e detenzione e porto di arma da fuoco.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK