28.1 C
Napoli
venerdì, Agosto 19, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Le isole da scoprire tra Campania e Lazio: dove andare?


Il patrimonio insulare italiano è davvero molto vasto: consta più o meno di 800 isole anche se non tutte, è bene dirlo, risultano essere attualmente abitate. Ognuna, però, merita di essere scoperta perché nasconde al suo interno una storia oltre che un vero e proprio tesoro paesaggistico, spesso incontaminato. Nel tratto di costa compreso tra la Campania e il Lazio si trovano le isole Pontine e l’Arcipelago Campano. Quali sono? Scopriamole!

Isole Pontine, un tesoro tra Campania e Lazio

A poche decine di chilometri dalla costa del Lazio si trovano le Isole Pontine. Sei isole: Gavi, Zannone, Palmarola, Santo Stefano, Ventotene e Ponza, che distano circa 100 Km da Roma e che rappresentano un vero e proprio fiore all’occhiello per il turismo italiano. Le ultime due sono le isole più grandi e maggiormente frequentate: non è difficile passare da una all’altra, è sufficiente controllare gli orari dei traghetti Ponza e Ventotene. Le alternative per muoverci, comunque, tra le varie isole Pontine non mancano.

L’Isola Gavi è completamente disabitata, senza spiaggia. Ponza dista circa 130 metri ed è raggiungibile attraverso un piccolo canale percorribile da barche medio piccole.

Zannone è l’isola più a nord delle Pontine. È ricca di vegetazione e questo la differenzia dalle altre che hanno, invece, territori più brulli e frastagliati. Interessanti i numerosi lecci presenti che danno ospitalità a tante varietà di uccelli.

Santo Stefano è l’isola più piccola. Non raggiunge i 30 ettari di superficie ed è disabitata. Raggiungibile da Ventotene in barca è perfetta per i paesaggi che offre e per un mare incontaminato.

Ventotene, isola di origini vulcaniche, si trova tra Ponza ed Ischia. È piccola ma ricca di storie e leggende. Si narra, infatti, che proprio qui Ulisse abbia affrontato il canto delle sirene. Il mare che vi si ammira è di tante tonalità del blu e i paesaggi sono bellissimi al punto che è Riserva naturale sia di terra che di mare.

Ponza dà il nome all’intero arcipelago. Ha una costa frastagliata e più rocciosa. Meta preferita dei bagnanti che amano le immersioni, ha fondali bellissimi ed una vegetazione tipicamente mediterranea.

I tesori dell’Arcipelago Campano

L’Arcipelago Campano è formato da 5 isole del Golfo di Napoli. Ischia, Capri e Procida sono le principali.

Ischia ha spiagge bellissime e paesaggi da favola. È anche ricca di storia e cultura. Vi si possono ammirare, infatti, il Castello Aragonese (474 a.C.) e il Torrione di Forio. Imperdibile il Borgo Sant’Angelo, dove i colori la fanno da padroni.

Capri è nota in tutto il mondo, a Marina Grande sono sempre disponibili i ticket per un giro completo dell’isola e per ammirare, ad esempio, i Faraglioni o la Grotta Azzurra. Grazie alla seggiovia si può raggiungere il Monte Solaro per godere di un panorama unico sul Golfo di Napoli. Come esimersi, poi, da una passeggiata in Via Caramelle, la via dello shopping più lussuoso?

Procida e le sue case colorate accolgono i turisti. Il borgo Terra Murata è il centro storico, dove la popolazione si rifugiava durante le incursioni saracene. Da vedere la Corricella, il borgo dove Troisi girò alcune scene de “Il postino”. Le spiagge, poi, sono tra le più belle in Italia.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Il mare di Napoli invaso da topi e liquami, giorno ‘nero’ per i bagnanti

Chiazze di liquami fognari e topi morti sono spuntati nel mare di Nisida determinando un terribile spettacolo per gli...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria