“Le scuole riapriranno in piena sicurezza il 14 settembre”, arriva l’annuncio di Cotne

conte lockdown
lockdown

Giuseppe Conte ha confermato il rientro degli studenti nelle scuole per lunedì prossimo.  “Abbiamo lavorato intensamente alla riapertura delle scuole: quest’anno avverrà in un contesto nuovo e non facile che sfiderà tutto il sistema Italia. Ma grazie al nostro lavoro l’anno scolastico comincerà regolarmente. La scuola riapre regolarmente il 14 settembre“.

Il Premier sottolinea che ci sarà qualche cambiamento a causa dell’emergenza covid: “Ci sarà qualche cambiamento, qualche nuova regola si aggiungerà rispetto a quelle consuete. Il rientro in classe è un rientro in piena sicurezza ed è e sarà il faro di questo governo. Potrà scattare nel peggiore dei casi una quarantena dell’intera classe: ci potranno essere difficoltà, ma invito a rispettare le regole e affrontare con fiducia questo anno. Quest’anno si torna a scuola, in presenza“.

RIAPERTURA DELLE SCUOLE IN CAMPANIA

Invece Vincenzo De Luca ha deciso di riaprire le scuole dopo le Elezioni Regionali, infatti, per gli studenti campani la prima campanella suonerà il 24 settembre. L’annuncio è arrivato lunedì scorso: ” La Campania approva il rinvio dell’apertura dell’anno scolastico al 24 settembre, accogliendo le richieste dell’Anci, l’associazione dei Comuni, e dei sindacati della scuola, incontrati di recente. Si è verificato, dopo una valutazione attenta della situazione, il permanere di criticità che rendono necessario prendere altri 10 giorni di tempo per conseguire elementi di maggiore tranquillità. Sul piano sanitario si è deciso di rendere obbligatorio lo screening a tutto il personale scolastico. Si è approvato un piano straordinario di affiancamento ai medici di medicina generale e di esecuzione dei tamponi con risultati entro le 24 ore. Si è deciso di finanziare come Regione, l’acquisto di termoscanner per misurare la temperatura degli alunni negli istituti, ritenendo poco plausibile la misurazione a casa. Non vi sono, ad oggi, dati certi sul personale docente a disposizione, sulle forniture di banchi singoli, sugli insegnanti di sostegno, sui posti disponibili per gli alunni”.