17.4 C
Napoli
domenica, Dicembre 4, 2022
- Pubblicità -

Lello Topo torna a Villaricca, bocciato alle urne dopo 28 di anni di carriera politica


I risultati delle elezioni politiche hanno avuto un esito inaspettato nell’area nord di Napoli. Il Partito Democratico ha subito una netta débâcle che ha colpito anche importanti esponenti locali: il caso emblematico è rappresentato dalla mancata rielezione di Lello Topo. Il deputato uscente ed ex sindaco di Villaricca non è riuscito a riconfermare il seggio in Parlamento mentre il M5S è uscito vincitore in tutti i collegi uninominali di Napoli e provincia. Anche nel feudo di Villaricca il Pd ha raccolto appena 1919 voti mentre il partito guidato da Giuseppe Conte ne ha ricevuti ben 5948. Topo era candidato in entrambi i collegi plurinominali della Circoscrizione Campania 1.

Le parole di Lello Topo

Stamattina l’ex onorevole ha scritto un post sui social nel quale ha dato una stoccata ai suoi colleghi di partito:Era una competizione difficile e lo sapevamo, ma credo che sia stato giusto esserci! Ringrazio tutti gli elettori, i simpatizzanti, i militanti, i Sindaci, i consiglieri comunali, metropolitani e regionali, insomma una squadra di donne e uomini che ci hanno sostenuto e incoraggiato in questo complesso passaggio. Con questa legge elettorale, se non guidi la lista, finisci in un algoritmo e tra decimali con un risultato che non dipende dal tuo impegno. A Napoli non è andata come auspicavamo, andranno al Parlamento solo i due capolista“.

La carriera elettorale di Lello Topo: da consigliere comunale a parlamentare

Topo si affacciò alla politica come uomo di fiducia di Antonio Gava, esponente democristiano appartenente alla corrente dei Dorotei e più volte ministro dei governi della Democrazia Cristiana. L’abilità nel tessere alleanze gli permise di ottenere diverse vittorie nel corso la sua carriera politica, qualità che gli è stata riconosciuta dagli alleati e dagli avversari politici.

Dal 1994 al 2000 è stato Consigliere comunale a Villaricca. Nel 2000 è stato eletto Consigliere provinciale a Napoli con la Margherita, carica che lasciò nel 2009. Si candidò per due volte anche a sindaco di Villaricca, riuscendo a farsi eleggere nel 2001 e nel 2006. A meno di un anno dalla naturale scadenza del secondo mandato da sindaco lasciò la poltrona dopo l’elezione in Consiglio Regionale.

Nel 2015 venne rieletto nel Pd in appoggio al presidente Vincenzo De Luca, ma nel 2018 lasciò gli scranni di Palazzo Santa Lucia per approdare alla Camera dei Deputati grazie all’elezione avvenuta nel collegio plurinominale di Nola, Portici, Torre del Greco e Castellammare.

Il feudo elettorale a Villaricca

Per oltre 20 anni Villaricca è stato il feudo elettorale di Topo dove è riuscito a raccogliere un ampio consenso che gli ha permesso un excursus honorum dall’ente comunale al Palazzo di Montecitorio. Oggi, però, il suo comune di origine attraversa una grave crisi economica e politica per le quali avrebbe responsabilità dirette e indirette.

Alle Amministrative del 2011 e del 2016 è stato il deus-ex machina del centrosinistra locale riuscendo ad influire sulla scelta dei candidati sindaci del centrosinistra. Proprio durante l’ultima amministrazione guidata dal sindaco Rosaria Punzo, però, sono arrivate due tegole. La dichiarazione di dissesto finanziario e lo scioglimento del Comune per infiltrazioni della camorra.

Inoltre nel 2020 ha giocato un ruolo importante nell’elezione di Nicola Pirozzi a sindaco di Giugliano. Il rapporto tra i due si è confermato molto solido anche in occasione della campagna elettorale appena trascorsa, infatti, la fascia tricolore democrat ha pubblicamente sostenuto la corsa di Topo. E’ stato lo stesso ex deputato a dare un’anticipazione sul suo futuro politico: “Adesso però nervi saldi e ripartenza. La mia esperienza sarà sempre a servizio di questa generosa comunità impegnata nell’area metropolitana di Napoli“. 

L’APPRONFONDIMENTO

Prima il dissesto finanziario poi lo scioglimento per camorra: il fallimento totale della politica a Villaricca

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Alessandro Caracciolo
Alessandro Caracciolo
Redattore del giornale online Internapoli.it. Iscritto all’albo dei giornalisti pubblicisti dal 2013.
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -

Ultime Notizie

Si pente il genero di Cicciotto ‘e Mezzanotte, colpo al clan dei Casalesi

Si è pentito Vincenzo D'Angelo, marito di Teresa Bidognetti e genero di Cicciotto e' Mezzanotte. Dopo essere stato arrestato...

Nella stessa categoria