Massacra di botte la figlia di sette anni: la sorella filma tutto e la fa arrestare

Un raptus improvviso o una triste abitudine che andava avanti da tempo? È quello che vuole scoprire ora la polizia, che ha arrestato una donna per maltrattamenti sulle tre figlie. Il caso è emerso da quando la primogenita della donna, di 16 anni, ha registrato con lo smartphone la madre che stava picchiando brutalmente la sorella più piccola, di sette anni, che come unica colpa aveva quella di averle chiesto una tazza di tè.
«Fattelo da sola il c…o di tè», grida la donna, che picchia la figlia più piccola con schiaffi e pugni e la ricopre di insulti. L’episodio è avvenuto nella periferia di Cordoba, in Argentina: a parlarne sono media locali, come La Naciòn, e internazionali, come il Daily Mail. Il filmato è stato registrato dalla figlia più grande, mentre l’altra figlia, di 11 anni, rimane a guardare sconcertata. L’adolescente implora alla mamma di smetterla, ma la donna, che si accorge di essere ripresa, la minaccia così, prima di rifilarle un calcione: «Molla quel telefono o ti spacco la faccia».

Il filmato, pubblicato sul web, non è sfuggito alla polizia, che ha proceduto all’arresto della donna: si chiama Laura Galarza e si è vista subito revocare la custodia legale delle figlie. Le tre ragazzine sono state affidate alla nonna paterna