Nasconde telecamera nella palestra del Casertano per spiare la moglie, arrestato marito violento

Abusi sessuali, percosse, minacce e ancora altri gesti per terrorizzare la moglie, anche sul posto di lavoro. I fatti sono successi a Maddaloni dove un uomo, ossessionato dall’idea che la moglie potesse tradirlo, continuava a seguire quest’ultima ovunque, anche sul posto dove la donna lavorava. La scoperta assurda però è avvenuta lo scorso giugno, quando la 50enne aveva trovato nella palestra in provincia di Caserta una telecamera nascosta nel frigorifero tra le lattine, nella stanza dietro la reception.

La donna si era così rivolta ai carabinieri, prima che però sono iniziati altri comportamenti persecutori: durante una cena, l’uomo, avrebbe fatto ascoltare dal suo smartphone una conversazione captata in casa di nascosta. Nel dialogo con un’amica la moglie parlava di un cliente che non veniva in palestra, ma le aveva fatto gli auguri. Quando la donna ha provato ad allontanarsi, lui ha tentato di stringerle le mani alla gola e l’ha spinta nel vuoto. Dopo essersi rivolta al centro antiviolenza, l’uomo è stato arrestato per maltrattamenti, lesioni e ripetuti abusi sessuali aggravati dalla somministrazione di sostanza narcotica ai danni della propria moglie.