9.6 C
Napoli
lunedì, Gennaio 17, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

“Nessun condannato, nessun indagato. Giustizia per Benny”, un anno fa l’omicidio del giovane a Napoli


E’ passato un anno esatto dall’omicidio di Benvenuto Gallo, per gli amici Benny. Il giovane fu ucciso lo scorso novembre con un colpo alla nuca, in via comunale della Luce. Inutile la corsa all’ospedale Cardarelli di Napoli. “Ci piace pensare che ancora vivi, che fai danni e dopo ridi. Benny vive” si leggeva in un murale che gli era stato dedicato, poi cancellato. Ad un anno di distanza la famiglia e gli amici ricordano Benny con dei video sui social e chiedono giustizia. “Nessun condannato, nessun indagato. Giustizia per Benny”, questa la scritta che compare sui social, seguito da un cuore spezzato.

Le indagini sull’omicidio di Benny

Benny aveva alcuni legami familiari con la malavita, forse il suo omicidio è stata una vendetta trasversale.  Un omicidio con un movente ancora tutto da chiarire ma che, suggeriscono fonti investigative, sarebbe riconducibile al clima di tensione che da mesi si respira nell’area nord. Erano le 4  quando i carabinieri accorsero n via Comunale della Luce per una segnalazione di sparatoria. Poco dopo all’ospedale Cardarelli arrivava già cadavere il 24enne colpito con un unico colpo alla nuca provocata da una calibro 9×21, la pistola comunemente usata per gli agguati. Un delitto fatto da professionisti, forse da qualcuno di cui Gallo si fidava. I carabinieri in via Comunale della Luce hanno recuperato due bossoli di proiettili, entrambi calibro 9x 21 a dimostrazione che è stata utilizzata una sola pistola. Gallo, secondo una prima ricostruzione, avrebbe anche cercato di fuggire. C’è poi un altro elemento. Dal momento in cui è stato colpito al suo arrivo in ospedale sono trascorsi pochi minuti. Un particolare che accerterebbe che Gallo forse non era da solo al momento della sua morte.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Neonato ustionato in provincia di Napoli, chieste pene severe per i genitori

Il piccolo Vincenzo, il bimbo appena nato e ustionato dai genitori, oggi è vivo e in mani sicure. Dopo...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria