Neonato ustionato a Portici, la madre accusa il compagno:
Neonato ustionato a Portici, la madre accusa il compagno: "Mi picchiava"

Alessandra Terracciano, la madre 36enne del neonato di Portici ricoverato dal 16 marzo scorso in prognosi riservata nell’ospedale Santobono di Napoli per ustioni gravissime, ha scelto di avvalersi della facoltà di non rispondere. Davanti al gip Maria Rosaria Aufieri, infatti, la donna non ha voluto professare parola.

Stando a quanto riportato da Il Mattino, nella mattinata di ieri si è svolto l’interrogatorio di garanzia nel carcere femminile di Pozzuoli. La madre del piccolo ha deciso di rilasciare alcuni dichiarazioni spontanee. La Terracciano, infatti, ha voluto ricostruire alcuni aspetti relativi al rapporto che aveva con il padre del neonato, Concetto Bocchetti, 46 anni, anche lui indagato e ora a Poggioreale.

La donna ha mostrato i segni sulle braccia del giudice, probabilmente causati dalle violenze subite dal compagno. Al momento, la 36enne è convinta che il bambino stia bene e chi si trovi in una incubatrice e non in terapia intensiva.

SE VUOI RESTARE SEMPRE AGGIORNATO VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.