Punto da un'ape, Maurizio morto dopo uno shock anafilattico
Punto da un'ape, Maurizio morto dopo uno shock anafilattico

Un uomo di 58 anni è morto a seguito allo shock anafilattico provocato dalla puntura di un insetto. La tragedia si è verificata nelle campagne di Oria, in provincia di Brindisi, dove Maurizio Zingarofalo, falegname, è deceduto a seguito della puntura di un’ape.

Il veleno iniettato dall’insetto ha provocato, all’uomo, uno shock anafilattico per il quale è stato trasferito d’urgenza all’ospedale di Brindisi per essere sottoposto alle cure del caso. Le cure, però, non sono bastate e l’uomo è stato dichiarato morto attorno alle 2.00 della notte appena trascorsa.  Zingarofalo lascia la moglie e tre figli. Sul caso, adesso, saranno le autorità a fare chiarezza. Non è noto se l’uomo fosse allergico alla puntura delle api, ma questi particolari verranno chiariti dalle indagini in corso di svolgimento. Il 58 enne ha iniziato a sentirsi male subito dopo la puntura dell’insetto e in breve tempo ha avuto lo shock anafilattico.

Vista la morte per cause naturali, l’autorità giudiziaria ha disposto

che la salma sia restituita alla famiglia. La notizia del decesso di Zingarofalo ha destato sconcerto nella cittadina brindisina, lì dove la vittima era molto conosciuta. I familiari sono distrutti dal dolore di una morte improvvisa e assurda. I medici hanno fatto davvero di tutto per potergli salvare la vita, ma non è bastato. La morte da puntura di ape è molto rara, ma può accadere. In Italia ogni anno le punture da insetto che portano a reazioni allergiche sono molte, ma uno shock anafilattico che porta al decesso è una rarità

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.