Rifiuti, carne avariata e scarti di plastica: sul Vesuvio a Pasquetta trionfa l’inciviltà

Bottiglie di plastica, bicchieri, scarti di cibo e addirittura un barbecue. E’ questo lo stato in cui versa questa mattina il Vesuvio dopo che ieri, tante famiglie e comitive di ragazzi, lo hanno scelto come location per le proprie braciate.

Peccato però che i diretti interessati abbiano dimenticato di ripulire dopo aver mangiato, trasformando l’area del Vesuvio in una vera e propria discarica a cielo aperto. Ciò che impressiona infatti è il quantitativo di rifiuti sparso in più punti, senza la minima cura da parte di chi ha bivaccato all’aria aperta in totale spregio delle regole del vivere comune.

Il post del sindaco di Ercolano Ciro Bonajuto

“Rabbia, schifo e dolore. Questo è lo schifo che alcuni barbari hanno lasciato lungo la strada del Vesuvio nella pineta poco più su della Siesta. Nonostante le campagne di sensibilizzazione e i controlli di volontari e forze dell’ordine, c’è ancora gente che in una giornata di festa come quella di oggi se ne fotte del prossimo e dell’ambiente che ci circonda. Da alcune immagini riprese nella zona e da alcuni controlli, in quel punto hanno bivaccato due gruppi di persone giunte lì a bordo di tre auto e due scooter da cui sono stati individuati i numeri di targa. Mi auguro che si riesca a risalire ai responsabili di questo scempio e a punirli come meritano. Queste immagini fanno tanta rabbia e tantissimo dolore”.

L'immagine può contenere: erba, spazio all'aperto e naturaL'immagine può contenere: spazio all'aperto e naturaL'immagine può contenere: spazio all'aperto e naturaL'immagine può contenere: spazio all'aperto e natura