Rogo a Cava Alma tra Villaricca, Giugliano e Qualiano: arrivano i primi risultati delle centraline Arpac

Dopo il rogo che venerdì scorso ha interessato la discarica di Cava Alma a Villarica, il sindaco di Qualiano, Raffaele De Leonardis, si era subito attivato per predisporre con l’Arpac – Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Campania – i provvedimenti necessari per un incendio che, se pur in un territorio diverso, aveva intossicato anche l’aria della città di Qualiano.

Per questo, su richiesta del comune di Qualiano, l’ARPAC ha installato ieri una stazione mobile per il monitoraggio dei parametri ambientali alla scuola Salvatore Di Giacomo. A distanza di 24 ore sono già arrivati i primi dati che sono confortanti. Dopo il primo giorno di rilevazioni, infatti, come annunciato dal sindaco Raffaele De Leonardis e pubblicato sul sito dell’ARPAC, non emergono criticità. 

L’installazione di queste centraline, oltre che doverosa, era un elemento di garanzia per i cittadini giustamente allarmati dopo i recenti avvenimenti ed in considerazione degli incendi che funestano questa terraContinueremo a monitorare la qualità dell’aria nei prossimi giorni e terremo informati i cittadini”, dichiara il sindaco di Qualiano.

Dopo l’inferno a Cava Alma arriva la manifestazione pubblica #IoNonVoglioMorire

Dopo il disastro ambientale verificatosi venerdì scorso nell’incendio della discarica di Cava Alma, il consigliere comunale Tobia Tirozzi ha organizzato la manifestazione pubblica #IoNonVoglioMorire.

Il raduno è previsto per giovedì alle ore 20 nello spazio antistante alla parrocchia Giovanni Paolo II in via Milano nella zona di Villaricca Due.  “I cittadini si sentono abbandonati dalle istituzioni. Chi ha una coscienza scendesse a protestare a prescindere dalle appartenenze politica o dalla carica” ha concluso Tirozzi.