Sarri alla Juventus, ci siamo. Le Parole del Comandante suonano come una sentenza per i napoletani

Salvo clamorosi colpi di scena, Maurizio Sarri sarà il prossimo allenatore della Juventus. L’entourage del tecnico toscano aspetta soltanto il via libera definitivo da Abramovich prima di abbracciare ufficialmente il progetto bianconero.

Nei giorni passati si era parlato di un indennizzo per liberare Sarri, ma alla fine i buoni rapporti tra Juventus e Chelsea dovrebbero portare ad un passaggio a costo zero in quel di Torino, Ricco invece l’ingaggio di Sarri, che dopo Antonio Conte, sarà il tecnico più pagato della serie A.

Avviati verso una cocente delusione i nostalgici napoletani che avevano fatto di Sarri un simbolo della antijuventinità e che invece rivedranno da avversario proprio sulla panchina della Vecchia Signora.

Questione di giorni, forse addirittura ore ed il tradimento sarà consumato. Anche se a dire il vero è già dal post partita di Chalsea-Arsenal che i napoletani sarristi hanno iniziato a storcere il naso. Le parole del mister non sono piaciute ai tifosi che mai avrebbero voluto sentire dalla vivavoce del tecnico un’apertura alla Vecchia Signora.

Intanto a Torino si preparano ad abbracciare l’ex avversario.