Sotto la pioggia bimbo corre dai carabinieri di Sant’Antimo: «Papà sta massacrando mamma»

I carabinieri della Tenenza di Sant’Antimo hanno arrestato un cittadino bengalese di 54 anni per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali.
L’uomo è stato bloccato dai militari mentre, all’interno della propria abitazione e davanti ai figli minori, aggrediva la moglie.
L’allarme è stato dato proprio da uno dei figli della coppia, un bambino di 12 anni che, nonostante la pioggia battente, vedendo la madre in difficoltà, era corso dai carabinieri chiedendo il loro aiuto.

Quando i militari sono arrivati nell’abitazione, il 54enne stava colpendo la moglie alla testa con una scarpa. Durante la colluttazione aveva addirittura preso a morsi la donna alle mani e alle gambe.

L’uomo è stato arrestato e la donna messa in salvo.
Secondo quanto ricostruito le vessazioni – fisiche e psicologiche – andavano avanti da 9 anni. La donna, tuttavia, non aveva mai presentato denuncia.
Il 54enne è ora in carcere in attesa di giudizio.

 

Un francobollo contro la violenza sulle donne e per ricordare le vittime dei femminici

Un francobollo ordinario appartenente alla serie tematica “il senso civico”, dedicato alla lotta alla violenza sulle donne, relativo al valore della tariffa B pari a 1,10 euro è stato emesso oggi dal Ministero dello Sviluppo Economico. La tiratura e’ di cinquecentomila esemplari e i Fogli da quarantacinque esemplari. Il francobollo è il frutto della bozzettista Tiziana Trinca. La vignetta raffigura un murale su cui sono disegnate silhouette di donne alle quali una bambina colora le scarpe di rosso, simbolo della lotta contro il femminicidio e la violenza sulle donne.

 

“Stop Violenza”. Parte il concorso della Regione Campania per le scuole contro la violenza sulle donne

Parte la quarta edizione del concorso “Stop Violenza”, promosso dall’Assessorato alle Pari opportunità della Regione Campania in occasione della Giornata Mondiale contro la Violenza di Genere indetta per il 25 novembre.

Negli anni scorsi ha visto la partecipazione di alcune centinaia di scuole ed ha lo scopo di sensibilizzare i giovani contro la violenza di genere tramite un lavoro che non solo li veda come protagonisti, ma che abbia come obiettivo la realizzazione di prodotti che la Regione utilizzerà, come per gli anni precedenti, in campagne istituzionali di sensibilizzazione. Possono partecipare gli studenti, riuniti per gruppi o classi, iscritti a tutte le scuole di ogni ordine e grado e ad enti di formazione della Regione Campania.

La scadenza per l’invio dei lavori è fissata per il 16 novembre.