Vaccino anti Covid in Italia, le prime dosi distribuite subito dopo Natale.

Il prossimo 21 dicembre si riunirà l’Ema, l’Agenzia europea per i medicinali, per decidere sul via libera al vaccino Pfizer-BioNTech contro il Covid. Dopodiché dovrà essere l’Aifa, (l’agenzia italiana del farmaco), a dare l’ok.

In caso di esito positivo, si partirà con il vaccino anche in Italia. I primi cittadini saranno vaccinati già dopo Natale, si parla del 27-28 dicembre. Sarà comunque il “Vaccine Day 2020”, il giorno scelto da tutta l’Unione europea per l’inizio della campagna.

Vaccino in Italia, l’annuncio del premier Conte

Grazie a 1.833.975 di dosi che verranno distribuite nel nostro paese, a gennaio si avrà poi la prima grande sessione di vaccino anti Covid di massa. Ad annunciarlo è stato ieri il ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

Le prime dosi, come già deciso dal Governo, saranno destinata alle categorie più esposte al rischio contagio e quindi: operatori sanitari, personale dei presìdi ospedalieri, ospiti e lavoratori delle residenze per anziani. La seconda fornitura, poi, sarà di 2.507.700 unità. «Ma per avere un impatto sulla popolazione bisognerà raggiungere una percentuale di vaccinati sufficienteha detto il premier, Giuseppe ConteAlmeno 10-15 milioni e contiamo di averli nella primavera inoltrata del 2021».

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.