Venti anni dal duplice omicidio della camorra, Napoli ricorda Gigi e Paolo

Venti anni dal duplice omicidio della camorra, Napoli ricorda Gigi e Paolo
Venti anni dal duplice omicidio della camorra, Napoli ricorda Gigi e Paolo

Vent’anni fa, nella sera del 10 agosto del 2000 nel quartiere Pianura venivano assassinati Gigi Sequino e Paolo Castaldi, vittime innocenti della camorra. I due amici, di appena 20 e 21 anni, erano seduti in macchina a parlare e progettare le vacanze in Grecia quando vennero raggiunti da una traffica di proiettili sparati da una mitra. L’unica colpa dei due ragazzi fu quella di sostare sotto l’abitazione di Rosario Marra, imparentato con il boss Pietro Lago. Ad ucciderli fu un comando del clan Pesce-Marfella, rivale dei Lago, che scambiarono Gigi e Paolo per i guardaspalle di Marra.

La storia 

Sono trascorsi vent’anni dalla tragica, drammatica fine di Gigi e Paolo, uccisi dalla camorra per errore il 10 agosto del 2000. L’Amministrazione comunale li ha voluti ricordare anche quest’anno con i fiori del Sindaco de Magistris alla cappella del cimitero di Pianura. Un momento doveroso di solidarietà e vicinanza alle famiglie che la città in questi anni ha sempre promosso, per fare memoria di due giovanissimi vittime innocenti, simbolo del riscatto e dell’impegno nel quartiere di Pianura contro ogni forma di violenza e prepotenza camorristica.

In memoria di Gigi e Paolo, Napoli non dimentica le vittime innocenti di camorra a Pianura

Grazie a Gigi e Paolo è nata una sezione di Libera che porta il loro nome. Mentre l’associazionismo antiracket (rappresentato da sempre da Gigi Cuomo) è una realtà solida, un presidio sempre vigile e a stretto contatto con le forze dell’ordine. È cambiato di gran lunga invece lo scenario criminale, come del resto in tutta l’area metropolitana. Napoli, Pianura: un tempo c’erano le grosse organizzazioni criminali in guerra o in buoni rapporti con l’Alleanza di Secondigliano, oggi la frantumazione dei clan è evidente. Come una polveriera. Venti anni fa, a Pianura era in corso uno dei momenti più sanguinari della faida tra il clan Lago e quelli dei Marfella.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.