24.8 C
Napoli
lunedì, Maggio 16, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

la settimana del 29 ottobre 2003






Giugliano, occupato il job center appena inaugurato


GIUGLIANO. Job center alla prova del fuoco. Neanche il tempo di aprire i battenti che lo sportello- disoccupati di Giugliano è stato preso di mira dai senza-lavoro. Circa cinquanta persone hanno occupato l’ufficio martedì mattina. In breve tempo la protesta è degenerata, e a placare gli animi sono intervenuti gli uomini in divisa. Il motivo dell’agitazione? Un “si dice” che dava per non inseriti nelle liste determinati nominativi. “Inconvenienti tecnici”, solo questo, ha assicurato Corrado Gabriele, assessore provinciale al Lavoro, “padre” dell’iniziativa sul territorio.
E martedì mattina è stato inaugurato anche il job center di Marano, località Poggio Vallesana, da sempre considerato feudo del clan Nuvoletta.




Era il terrore delle prostitute, arrestato 24enne


VILLARICCA. Si fingeva un cliente, consumava rapporti sessuali con le prostitute prese di mira, poi le picchiava, estraeva un coltello e si faceva consegnare tutto. Domenico D’Alterio, 24 anni, residente a Villaricca, è finito in manette con l’accusa di furto e rapina aggravata. A far scattare le indagini è stata la denuncia di una prostituta moldava. La ragazza ha riferito agli agenti del Commissariato di Castelvolturno (diretti dal commissario capo Valerio Consoli) di aver subito diverse rapine dalla stessa persona che, di volta in volta, viaggiava a bordo di auto differenti. Con D´Alterio agivano altri due uomini, sempre di nazionalità italiana, sui quali sono in corso le indagini. Il 24enne di Villaricca è ora recluso nel carcere di Santa Maria Capua Vetere.





Vendeva cocaina, pregiudicato in manette


GIUGLIANO – Era intento a vendere alcune dosi di cocaina ad uno dei suoi clienti, un giovane tossicodipendente della zona. Una breve trattativa, conclusa con la vendita di un “pacchetto” in cambio di alcune banconote. L’intera scena si è svolta sotto gli occhi di una pattuglia di carabinieri della Compagnia di Giugliano, impegnati in un servizio di controllo a Varcaturo. Alla vista dei militari, il pusher ha tentato di darsi alla fuga. Inutilmente. E´ stato infatti acciuffato dopo pochi metri. Si tratta di Cosimo Matachichia, 38enne già noto alle forze dell’ordine, spedito in cella con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti Il 38enne è stato trasferito in una cella del carcere di Poggioreale.




Scomparso, 65enne tenta il suicidio


GIUGLIANO. Era scomparso da casa lo scorso 2 ottobre. L.G., 65 anni, originario di Giugliano, è stato salvato in extremis dai carabinieri mentre tentava di suicidarsi. Aveva parcheggiato l’auto – una Fiat Punto – nel viale della Darsena occidentale, a Pinetamare, nel Casertano ed era riuscito a collegare, attraverso un cavo di gomma, il tubo di scappamento all’interno dell’abitacolo. L’uomo giaceva con il capo appoggiato sul volante, apparentemente privo di sensi. I militari sono riusciti a ridestarlo e a convincerlo ad aprire la portiera dell’auto. Una vicenda amara, la sua. Il 65enne era sparito agli inizi di ottobre e ne era stata denunciata la scomparsa dai familiari. La sua attività commerciale era andata incontro ad un disastroso fallimento: la depressione non si era fatta attendere.




Marano, il difensore di Trupiano: accuse evanescenti


MARANO. “Il paradigma accusatorio appare viziato in quanto, all’epoca della tornata elettorale della Camera, l’avvocato Trupiano non era il difensore di Angelo Nuvoletta né questi era sottoposto al regime del 41 bis; lo stesso dicasi per Gaetano Iacolare, che non è sottoposto al carcere duro neanche attualmente”. E’ quanto afferma Sergio Simpatico, difensore dell’avvocato Vittorio Trupiano, arrestato nell’ambito di una operazione anti-camorra che ha riguardato 23 presunti affiliati al clan Nuvoletta di Marano. “Tra l’altro, l’avv. Trupiano -ha aggiunto Simpatico- era candidato della Fiamma tricolore, partito al di fuori dei due grossi schieramenti, ed arriverà ultimo riguardo alle preferenze nel suo collegio. La campagna referendaria risale all’anno 2000 ed era rivolta esclusivamente all’abrogazione del carcere duro solo per gli ‘indagati o imputati’ e non certamente per coloro definitivamente condannati, il che esclude a priori qualsivoglia presunto favoritismo per tali Nuvoletta e Iacolare, invece definitivamente condannati”.




Si sente male, gli amici lo lanciano dall’auto


GIUGLIANO. Si sente male per l’uso di droghe, gli amici lo lanciano dall’auto. Succede anche questo a Giugliano, in via Ripuaria, il lungo stradone che collega il litorale ai Comuni dell’hinterland. Nella notte tra mercoledì e giovedì Vincenzo Buonanno, 31enne pregiudicato, è stato abbandonato, lanciato con violenza, mentre era privo di sensi, al bordo di un marciapiede nei pressi del ristorante “Blu Moon”. Si è risveglio all’ospedale San Giuliano, attorniato dai medici del pronto soccorso e dolorante per le ferite riportate in seguito all’impatto con l´asfalto. Dieci giorni, questo il tempo necessario perché le ferite scompaiano e possa tornare di nuovo in piedi. I sanitari gli hanno diagnosticato un trauma cranico, lesioni al volto e su varie parti del corpo. Tutto per non aver retto allo “sbando”.



Resiste allo scippo, 30enne finisce in ospedale


MARANO. Una donna di 30 anni è stata aggredita alle spalle e trascinata sul marciapiede durante una rapina. E’ accaduto a Marano, in Tagliamento, a pochi metri dal centro storico. La 30enne ha tentato di trattenere la borsa: una mossa che le è costata una brutta caduta sull’asfalto. Ricoverata all’ospedale “San Giuliano”, è stata giudicata guaribile in tre giorni. Del caso si stanno occupando gli agenti del Commissariato di Giugliano.



Marano, condannato spacciatore col pollice verde




MARANO. Un uomo di 58 anni, Pasquale Maranzano, originario di Marano, è stato arrestato in esecuzione di un ordine di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Napoli. Ad arrestarlo i poliziotti del locale Commissariato, agli ordini del vicequestore Alberto Francini e del vicequestore aggiunto Pietro Paolo Auriemma. Il 58enne deve scontare una pena di 2 anni, 4 mesi e 18 giorni di semilibertà presso il carcere di Secondigliano per il reato di produzione e traffico illecito di sostanze stupefacenti. Lo pizzicarono nella suo giardino di casa le forze dell’ordine, alle prese con le sue piantine di canapa indiana, quelle cui Maranzano amava dedicarsi nel tempo libero.




Una molotov al Liceo Cartesio




GIUGLIANO – Allarme bomba al Liceo “Cartesio” di Giugliano. Una bottiglia incendiaria dotata di miccia è stata ritrovata sul davanzale interno di una finestra del primo piano. A segnalare la presenza della molotov è stata una chiamata anonima al dirigente scolastico. Sul posto i carabinieri della locale Compagnia, diretti dal capitano Gianluca Trombetti. L’istituto è stato sgomberato per alcune ore, il tempo di perquisire tutte le classi. Non si esclude che sia stato uno studente a sistemare la bottiglia incendiaria.





Furto, albanese rimedia due mesi di reclusione




QUALIANO. Un albanese di 22 anni, Rexe Skara, è stato arrestato a Qualiano dai carabinieri della Compagnia di Giugliano. Contro di lui, un ordine di custodia cautelare emesso dal tribunale di Nocera Inferiore. La sua specialità era il furto, e per questo dovrà scontare due mesi nella cella di una prigione.




Ricettazione, arrestato 39enne




GIUGLIANO. E’ finito agli arresti domiciliari per ricettazione. Giglio Poziello, 39 anni, giuglianese di via Oasi del Sacro Cuore, deve scontare un anno e quattro mesi di reclusione per una vecchia storia di ricettazione. A notificargli l’arresto sono stati gli agenti del locale Commissariato.
Stessa pena (da scontare in carcere, questa volta) per Guido Giordano, pregiudicato di 25 anni. L’uomo è stato arrestato in esecuzione di un provvedimento restrittivo emesso dalla procura generale di Napoli.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Gioia a Napoli, Antonio ritrovato sulla spiaggia di Formia

Ritrovato stamane Antonio Barbato, il 55enne scomparso sabato mattina. L'uomo, residente nella zona di Chiaiano, era arrivato in treno...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria