Tragedia ad Acerra, parrucchiere trovato morto nel suo negozio

malore Tragedia ad Acerra, parrucchiere trovato morto nel suo negozio [Foto d'archivio]
Foto di repertorio

Un vero e proprio dramma quello che in queste ore ha scosso la comunità di Acerra. Un uomo di 40 anni è stato trovato senza vita all’interno del suo salone di barbiere. La tragedia si è consumata in via Vittorio Veneto poco dopo le 13, quando è stato lanciato anche l’allarme. La vittima – Pasquale il suo nome – era il titolare del salone e lascia la moglie e due figli. A riportare la notizia è Edizione Napoli.

Morto ad Acerra, inutili i soccorsi

Sul posto sono immediatamente giunti i sanitari del 118 che, purtroppo, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo. Intanto sono ancora in corso le indagini per capire i motivi del decesso di Pasquale Di Leo. La notizia ha fatto il giro della città. Il 40enne, difatti, era conosciuto anche per le sue doti umane.

Le altre notizie | Fa il bagno dopo mangiato, muore dopo il tuffo: lutto nel Napoletano

Fa il bagno dopo mangiato, muore dopo il tuffo: lutto nel Napoletano. Ieri pomeriggio una 61enne è stata colpita da un malore mentre si trovava sulla spiaggia del Torrione a Salerno. La donna ucraina, residente a Palma Campania, stava passando alcune ore di relax insieme alla figlia e al suo cagnolino sin dalla mattina. Come riporta Il Mattino si è tuffata in mare dopo pranzo, purtroppo dopo poche bracciate ha cominciato a sentirsi male.

ALLARME DOPO IL TUFFO IN MARE

Allertati dalle urla della figlia, i bagnini del vicino stabilimento balneare hanno prestato i primi soccorsi. Sul posto sono arrivati i volontari del 118 ed hanno tentato di rianimare la 61enne. Intervenuti sulla spiaggia anche la polizia e i vigili urbani. La terribile scena è accaduta davanti agli occhi dei bagnanti che affollavano la spiaggia. Il medico legale e il pubblico ministero hanno imputato il decesso ad un malore, probabilmente determinato dal caldo.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook