È morto Alfredo Cerruti, fondatore e voce degli Squallor

Alfredo Cerruti
Alfredo Cerruti

E’ morto Alfredo Cerruti, produttore discografico, attore, autore tv, ma soprattutto è stato il fondatore e la voce degli Squallor, il gruppo fondato nel 1971 insieme a Bigazzi, Pace e Savio. Era nato a Napoli il 28 giugno 1942. Molto noto negli ambienti dello spettacolo specie degli anni ’70 e ’80, aveva avuto anche una relazione con Mina a metà degli anni ’70. E’ stato, specie con Renzo Arbore, anche un apprezzato, ironico autore televisivo: aveva collaborato tra l’altro ai testi di Indietro Tutta! ed era stato voce del professor Pisapia e una delle due voci dello sketch Volante 1 a Volante 2 (l’altro Arnaldo Santoro) Ha firmato insieme ad altri le edizioni 1998-1999 e 1999-2000 di Domenica in. A dare la notizia questa mattina su Facebook l’amico Natalino Candido sulla pagina fan club dedicata all’artista. (ANSA).

Chi era Alfredo Cerruti [da Wikipedia]

Alfredo Cerruti (Napoli, 28 giugno 1942 – 18 ottobre 2020) è stato un produttore discografico, autore televisivo e attore italiano noto come voce degli Squallor. La carriera di produttore discografico di Alfredo Cerruti inizia nel 1962 nella società Edizioni Adriatica. Dal 1970 è direttore artistico della casa discografica CBS (nel 1972 diventa produttore esclusivo) dove lavorerà fino al 1976, anno in cui passerà alla CGD, in cui rimane per sei anni. Nel 1982 passa alla Ricordi dove ricoprirà sempre il ruolo di direttore artistico fino al 1986.

Gli squallor

Nel 1971, contemporaneamente alla sua carriera di autore e produttore, crea gli Squallor insieme ai parolieri Giancarlo Bigazzi e Daniele Pace, al musicista Totò Savio e al discografico Elio Gariboldi. Il gruppo musicale, nato come un progetto goliardico tra amici, riscuoterà moltissimo successo e inciderà album per 25 anni. Cerruti è l’inconfondibile voce narrante degli Squallor, presente in moltissime canzoni tra cui 38 luglio. Appare anche nei due film del gruppo, Arrapaho e Uccelli d’Italia.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK