«Abbiamo ricevuto diverse segnalazioni su  una fotografia, postata sui social network da un fotografo professionista, che ricostruisce la rapina a Gianni, il rider a cui rubarono il motorino dopo un violento pestaggio, riprodotta con un costume di carnevale indossato da un bambino. Una foto pubblicata per pubblicizzare le pose in studio che tanti genitori fanno fare ai bambini per ricordare il carnevale, con tanto di didascalia che avvisa “Personalizza qui la tua maschera… i posti sono limitati”».

Queste le parole di Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale della Campania per Europa Verde e del conduttore radiofonico Gianni Simioli. Che sottolineano: «Non si capisce se la logica della foto sia contro i delinquenti e a favore del rider o viceversa. Ma è senz’altro un’immagine che lascia perplessi, pensare di travestire così il proprio figlio, che sia da rapinatore o da rapinato, è qualcosa di assurdo. Ricostruire per goliardia un fatto così drammatico che ha condotto all’arresto  di 6 giovani e alla rapina del rider pestato è davvero inconcepibile. Chiediamo al fotografo di rimuovere l’immagine in questione, troppo controversa per passare inosservata. In tanti potrebbero pensare che si tratti di una foto che vuole idolatrare i principi criminali che i napoletani per bene combattono ogni giorno. In una città che sta vivendo una deriva violenta e incivile non ci possiamo consentire di far trapelare messaggi così ambigui e fraintendibili. La risposta a questi fenomeni deve sempre essere ferma e decisa».

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.