Qualiano. Dopo la notte delle bombe arriva la risposta dello Stato: trovati 5 ordigni e 31 proiettili di Kalashnikov

Foto di repertorio

Dopo la notte delle bombe, tre ordigni fatti esplodere in poche ore contro tre diversi esercizi commerciali, arriva immediata la risposta dello Stato. I militari dell’Arma della  Stazione di Qualiano, insieme ai colleghi della Compagnia di Giugliano, hanno effettuato dei controlli a seguito dei quali hanno rinvenuto 5 bombe carta e una trentina di proiettili da fucile da guerra. A riportare la notizia in anteprima è Nico Falco su FanPage.it.

Il blitz è scattato in uno stabile di via Santa Maria delle Grazie, a Qualiano. All’interno di una scatola, i militari hanno rinvenuto ordigni e proiettili. Non è stato effettuato al momento nessun arresto poiché il luogo del ritrovamento è una corte comune senza cancelli. Chiunque sarebbe potuto entrate ed introdurre lì quel materiale. Il tipo di ordigno è molto simile a quelli utilizzato nella notte delle bombe tra il 26 e 27 marzo scorso, quando furono fatti esplodere la stessa sera ben 3 bombe, di scarso potenziale ma che comunque hanno provocato danni alle serrande delle attività colpite. Si tratta probabilmente di un segnale da parte della criminalità organizzata locale contro quegli esercenti che si rifiutano di pagare il pizzo.

Risale al 13 febbraio, invece, un altro ritrovamento inquietante, ovvero la bomba carta non convenzionale che fu rinvenuta in via Orazio, prima traversa, a Qualiano. L’ordigno fu trovato nell’ex area mercatale, spazio che si trova alle spalle del cimitero e vicino ad abitazioni ed un campo di calcetto.