Calciatore campano ucciso a coltellate davanti alla squadra, il killer di Nicola è scappato

Un giovane di 23 anni, Nicola Della Morte, nato a Chiavenna, ma figlio di due casertani – il padre è originario di San Felice centro, mentre la madre di Arienzo – impiantista e calciatore dilettante dell’Ottava, è stato ucciso nella notte nelle vicinanze del campo sportivo della borgata di Sassari. È stato accoltellato al petto da un giovane che dopo il delitto è scappato ed è attualmente ricercato dai carabinieri della compagnia di Sassari. Si tratterebbe di un 25enne originario di Carbonia e residente a Sassari.

L’omicidio è avvenuto intorno all’1. Nico Della Morte si trovava in un circolo privato vicino all’impianto sportivo insieme ai suoi compagni di squadra e ad altri amici. Si era appena conclusa una stagione culminata con la retrocessione della squadra locale in Seconda categoria, in seguito allo spareggio perso per 3-1 col Codrongianos sul campo neutro di Nulvi (Sassari).
Arrivato sul posto, l’omicida avrebbe iniziato ad infastidire i presenti, disturbando in particolare alcune donne che si trovavano nel locale. È nata una discussione, il giovane calciatore l’avrebbe invitato ad andarsene ma l’uomo ha estratto un coltello e lo ha colpito, poi è fuggito e ora è ricercato.