Campania zona gialla Covid
Buone notizie per i cittadini campani

Covid, la Campania resta in zona gialla. Nessun cambiamento di colore, dunque, per la prossima settimana dove le cose resteranno inalterate.

Zona gialla confermata in Campania: il motivo

Nel monitoraggio settimanale dell’Istituto superiore di Sanità, infatti, la Campania riporta un indice di contagio Rt pari a 0,82. Ampiamente inferiore a 1, dunque, ed ancor più basso rispetto a sette giorni fa.

Covid, calano i ricoveri in ospedale

Casi lo scenario di trasmissione è il minimo, così come la valutazione d’impatto e la classificazione complessiva di rischio sono basse. Cala di conseguenza anche l’incidenza (positivi ai tamponi ogni 100mila abitanti) ed il numero di pazienti ricoverati in ospedale perché affetti da Covid.

Zona gialla confermata in Campania, cos’è l’indice Rt (Sky tg24)

L’indice di trasmissibilità Rt (letto “erre con ti”) è un parametro che misura la potenziale trasmissibilità di una malattia infettiva. Rappresenta il numero medio delle infezioni prodotte da ciascun individuo infetto dopo l’applicazione delle misure di contenimento della pandemia di Covid-19. Come spiega il ministero della Salute, il valore di Rt permette di valutare l’efficacia nel tempo delle contromisure adottate per limitare la diffusione del coronavirus.

Il valore di Rt si calcola come differenziale sulla base del numero dei contagi avvenuti nei giorni precedenti. Come spiega l’Istituto Superiore di Sanità “l’indice di contagiosità non è una pagella, ma un segnale da interpretare insieme agli altri dati”.

In una pagina dedicata alle “FAQ sul calcolo del Rt”, l’Iss precisa che “R0 e Rt possono essere calcolati su base statistica a partire da una curva di incidenza di casi giornalieri (il numero di nuovi casi, giorno per giorno)” e che per calcolarli “non è necessario conoscere il numero totale di nuove infezioni giornaliere”.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.