[VIDEO]. Casco e sedie addosso, carabiniere picchiato a Castellammare: voleva sedare una lite

Carabiniere picchiato a Castellammare [Foto d'archivio]
Carabiniere picchiato a Castellammare [Foto d'archivio]

Un carabiniere fuori servizio interviene per sedare una lite e viene pestato selvaggiamente da un gruppo di persone. E’ accaduto intorno alla mezzanotte nel centro di Castellammare di Stabia (Napoli). Il militare è stato aggredito e picchiato usando caschi e sedie come armi. E’ stato colpito gravemente alla testa, ha perso conoscenza e le ferite hanno provocato una seria emorragia. È stato soccorso dai tanti testimoni presenti alla scena, mentre gli aggressori sono fuggiti. Trasportato d’urgenza all’ospedale San Leonardo, le sue condizioni sono gravi. Il traffico è rimasto paralizzato e ne sono conseguite difficoltà anche per far arrivare l’ambulanza sul luogo dei soccorsi. Il 118 ha impiegato quasi mezz’ora (ANSA).

Le altre notizie | Picchia carabiniere durante un controllo, 41enne perde il reddito di cittadinanza [Articolo del 18 luglio]

È stato condannato a tre anni quattro mesi di carcere il 41enne che aveva massacratp di botte l’appuntato dei carabinieri del Nucleo Radiomobile di Avezzano, Vito La Mendola, 55 anni, durante un controllo. I fatti sono accaduti lo scorso 19 giugno, quando lo straniero aveva procurato al militare la frattura del naso e della mandibola. Le accuse che pendevano sull’uomo erano di resistenza e lesioni anche nei confronti di altri due carabinieri che facevano parte della pattuglia. Inoltre, era anche accusato di porto abusivo di un coltello a serramanico. Il pm aveva chiesto tre anni e la sospensione del reddito di cittadinanza per il dominicano che si trova in Italia 10 anni. Richieste accettate: l’uomo, adesso, è stato trasferito nel carcere di Vasto.

Il carabiniere era intervenuto insieme a 2 colleghi per riportare lo straniero alla calma. Quest’ultimo era in stato di ebbrezza e molestava i passanti. Alla vista dei militari però ha reagito scappando verso la sede della caritas, prima di essere però rapidamente raggiunto. A quel punto si è opposto sferrando due pugni violenti sul carabinieri 55enne. La foto è stata pubblicata dai profili social dei sindacati delle forze dell’ordine e da politici nazionali, tra cui Matteo Salvini.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.

Alessandro Pirozzi e Antonio Sabbatino.