Dal Rione Salicelle di Afragola attacco social ai carabinieri, un video per diffamare l’arma. I residenti: “Abbiamo paura, i criminali che tengono in ostaggio il quartiere vogliono infangare le istituzioni”.

Si sui social si sta diffondendo un filmato in cui si vede una pattuglia dei Carabinieri tentare di condurre in arresto delle persone. Nel video in questione si sentono delle voci di alcune donne inveire contro i militari che a loro avviso starebbero esercitando un abuso di potere.

In realtà, si tratterebbe di una ‘sceneggiata’ messa in piedi dalle donne e dalle persone arrestate il cui scopo sarebbe quello di screditare agli occhi del pubblico dei social l’immagine delle istituzioni e delle forze dell’ordine.

La versione dei Carabinieri

Secondo quanto invece raccontato dai carabinieri intervenuti nel popoloso rione popolare, la pattuglia della stazione di Afragola era intervenuta nel rione Salicelle per sequestrare un’automobile che era stata segnalata per diversi furti avvenuti in zona. Mentre i militari erano in attesa del carro attrezzi si è avvicinato un uomo che ha iniziato a inveire e li ha aggrediti. L’uomo ha quindi iniziato a prendere a testate uno dei carabinieri, afferrandolo per un braccio e scaraventandolo contro l’auto. Le fasi dell’arresto sono state inoltre rese complicate dall’intervento di circa 30 persone che hanno accerchiato l’auto, incitando l’arrestato di auto-procurarsi ferite per simulare un’aggressione.

L’uomo ha continuato ad agitarsi all’interno dell’automobile e anche dopo, quando è stato portato in caserma, sempre tentando di colpire i carabinieri. È stato fatto intervenire il 118, che non ha rilevato lesioni sul suo corpo. Feriti invece i due carabinieri intervenuti per effettuare l’arresto. Il giovane è stato affidato al padre.

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.