34.7 C
Napoli
domenica, Giugno 26, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Omicidio Simone Frascogna a Casalnuovo, il killer evita l’ergastolo


La prima sezione della Corte di Assise di Napoli, presieduta da Teresa Annunziata, ha condannato a 30 anni di reclusione Domenico Iossa, il diciannovenne reo confesso dell’omicidio dello studente Simone Frascogna, assassinato a 19 anni, nel centro di Casalnuovo, il 3 novembre 2020, dopo una lite per motivi di viabilità.

Stamattina, davanti all’ingresso di piazza Cenni del Tribunale di Napoli, è stato esposto da amici e parenti uno striscione con per chiedere “Giustizia per Simone”. Ad attendere la sentenza ci sono anche i genitori di altri giovani uccisi. Al processo si sono costituiti parte civile i Comuni di Casalnuovo e Napoli.

Per l’assassinio del ragazzo sono stati già condannati due complici minorenni di Iossa. Si tratta di F.T., 17 anni, di Casalnuovo, al quale sono stati inflitti 10 anni di reclusione e dui C.B., anche lui 17enne, che il gup del tribunale dei minorenni ha condannato a 7 anni di reclusione. F.T. è stato condannato per concorso nell’omicidio di Simone, mentre C.B. per aver tentato di uccidere un amico della giovane vittima.

Domenico Iossa, difeso dall’avvocato Antonio Iorio, dopo essersi costituito dichiarò di avere accoltellato Simone perché stava avendo la peggio in una colluttazione che lui e i suoi amici avevano innescato. Il sostituto procuratore di Nola, al termine della sua requisitoria, ha chiesto l’ergastolo e 6 mesi di isolamento per Iossa. (ANSA).

La reazione della mamma di Simone Frascogna dopo la sentenza

La mamma di Simone Frascogna si è detta assolutamente insoddisfatta della sentenza. La famiglia del giovane ucciso a Casalnuovo il 3 novembre 2020 chiedeva infatti l’ergastolo per Domenico Iossa. “L’ergastolo l’abbiamo avuto noi, a mio figlio è stata data la pena di morte. per colpa di tre delinquenti, assassini”, è stato il commento della mamma di Simone.

La donna, amareggiata per la sentenza, ha ancora dichiarato: “Domenico Iossa jr è stato sempre inerme, non ha dato mai nessun segno di pentimento. Lo Stato non deve più tutelare i delinquenti, deve cominciare a tutelare noi famiglia delle vittime“.

L’appello a Mattarella: “Se al posto di Simone c’era vostro figlio o vostro nipote, gli avreste dato le attenuanti generiche? O l’ergastolo a vita?. Arriverò alla legge di Strasburgo e manderò a chiamare in causa lo Stato Italiano per i diritti di essere umano”.

“Tra sconti di pena, appello e Cassazzione i 30 anni non saranno mai rispettati”, aggiunge la mamma di Simone.

Lo sfogo dopo la sentenza nel gruppo Facebook Siamo tutti Simone

Appena appresa la notizia della condanna a 30 anni di Dominico Iossa, confesso omicidia di Simone Frascogna, sono stati tantissime le reazioni su Facebook nel gruppo Siamo tutti Simone. In molti si chiedono perché il killer 18enne abbia evitato l’ergastolo.

Il post del sindaco di Casalnuovo Massimo Pelliccia

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Alberto Raucci
Alberto Raucci
Alberto Raucci, 27 anni. Dal 2018 collaboro con InterNapoli.it, diventando giornalista pubblicista (e conseguendo quindi il tesserino) nel 2020. Nel corso degli anni ho avuto modo di scrivere anche per AbbìAbbè, giornale online e mensile in carta stampata. Abile nella produzione e nel montaggio video.
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Paura a Mergellina, aliscafo sbanda e finisce contro gli scogli [Video]

Sono stati momenti di vera e propria paura quelli che oggi pomeriggio hanno vissuto alcuni bagnanti nei pressi del...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria