Centinaia di messaggi per Salvatore Sestile, il dolore di Gianni Fiorellino: «Addio cugino mio»

Sono tantissimi i messaggi di dolore lasciati sui social per Salvatore Sestile. Il presidente del Giugliano Calcio è morto dopo aver combattuto per lunghi anni contro un terribile male che, purtroppo, non gli ha lasciato scampo. Grazie alla sua caparbietà ed alle sue capacità imprenditoriali, è riuscito a riportare il calcio in città nelle categorie che contano. E’ un gravissimo lutto per la terza città della Campania che perde uno dei suoi simboli e uomini chiave. Lascia la moglie Tina e due figli, Gaetano e Rosilaria.

Salvatore, imprenditore edile di professione, si è battuto come un leone, anzi come una vera tigre gialloblu, per la sua squadra del cuore, il Giugliano Calcio. Dopo il fallimento è riuscito a riportare i tigrotti nelle categorie che contano, quella della serie Dilettanti era solo un punto di partenza, la sua speranza era quello di riportarli tra i professionisti. In una delle sue ultime interviste aveva espresso il desiderio di vedere di nuovo giocare il Giugliano nello stadio de Cristofaro, i cui lavori sono in via di ultimazione. Purtroppo la malattia l’ha portato via troppo presto.

Calciatori, amici, parenti, comuni cittadini: tutti hanno voluto lasciare un messaggio per Sestile ‘l’amico di tutti’. Anche il cantante napoletano Gianni Fiorellino ha scritto un post di dolore su Instagram: “Salvatore Sestile è mio cugino, oggi scomparso, perchè in fondo, il cielo ha sempre bisogno dei migliori per continuare a splendere d’azzurro. Buon viaggio ‘o Fra” scrive Fiorellino.

IL POST DEL GIUGLIANO CALCIO

Con la morte nel cuore dobbiamo annunciare la scomparsa di Salvatore Sestile.
Un uomo di valore, un presidente illuminato, un grande giuglianese. La squadra si stringe attorno a tutta la famiglia, solo chi ha conosciuto Salvatore può capire di che perdita umana si tratta. Siamo distrutti. Ci mancherai presidente.

 

Il direttore di Internapoli.it e di AbbìAbbé Sergio Pacilio e l’intera redazione si stringono intorno al dolore della famiglia Sestile.