Sant’Antimo, il Comune si riprende il centro sportivo: “Era ora, questo il nostro progetto per il futuro”

Stamattina ci sono state le operazioni di sgombero al centro sportivo di via Guglielmo Marconi, appartenuto alla famiglia dei Cesaro. Sul posto ci sono gli agenti di polizia del Commissariato di Frattamaggiore, i carabinieri della Compagnia di Giugliano e i vigili urbani. All’interno ancora il custode, che a quanto pare non vuole abbandonare la struttura. Il centro sportivo è ritornato nella pertinenza del Comune dopo che la proprietà sarebbe risultata morosa.

Il comunicato dell’Amministrazione

“In queste ore, grazie ad un’azione congiunta con Prefettura e Questura, la Città, finalmente, si è riappropriata del complesso sportivo di Via Marconi. 
Era ora!  Questa Amministrazione, sin dal suo insediamento, ha dato inizio ad una serie di azioni finalizzate al ripristino della legalità e delle regole. 
Canoni di locazione e ratei di un mutuo per 4 milioni di euro inevasi, mancata riduzione delle tariffe per i cittadini santantimesi, fino ad arrivare all’inopinata chiusura della struttura, da parte del gestore, ed al conseguente annullamento degli abbonamenti stipulati.
La conseguenza più grave: l’azzeramento di ogni attività sportiva all’interno della struttura, in danno, ancora una volta, alla comunità.
“Da oggi metteremo in campo tutte le risorse disponibili  – sono parole del Primo cittadino – per recuperare il bene ad una rigorosa gestione e restituirlo cosi alla comunità, come luogo dedicato alla sana pratica sportiva. É la prova che cambiare è possibile ”.