A sinistra il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, a destra il capitano partenopeo Lorenzo Insigne

Lorenzo Insigne sta attraversando un momento d’oro della stagione, ma non tutto va per il verso giusto. Cosa?

Tutti sanno che il capitano del Napoli è in scadenza nel 2022. La società ha avanzato la prima offerta che ammonta a 2.5 milioni di euro a stagione rispetto ai quattro attuali ma le parti non hanno raggiunto ancora un accordo. Hanno deciso di aggiornarsi “magari con la Champions in tasca”, come dichiarato dal procuratore Vincenzo Pisacane.

L’entourage dell’attaccante di Frattamaggiore sembra però non chiudere le porte ad una permanenza in azzurro. Questi giorni infatti è stato avvistato a Castelvolturno, ma non ha parlato del contratto del suo assistito. De Laurentiis vorrebbe ripetere una trattativa stile Dries Mertens, ma il procuratore di Insigne, secondo i ben informati, non ha chiesto ancora un incontro ufficiale.

Le parole del suo entourage, Vincenzo Pisacane

”Non mi sembra il momento migliore per parlare di rinnovi. Non farebbe il bene né di Lorenzo né del Napoli” . L’agente dell’attaccante esterno ha poi aggiunto: “Penso che sia giusto concentrarsi solo sulla attuale annata calcistica. Il Napoli ha ancora degli obiettivi da perseguire, affronteremo le altre questioni a tempo debito. Il contratto di Lorenzo Insigne scadrà solo nel 2022, non c’è tutta questa fretta. Ci saremmo preoccupati solo se fossimo in scadenza a fine stagione. Credo che al momento ci siano ben altre priorità”.

Il commento di Alfredo Pedullà su Lorenzo Insigne

Ai microfoni di Canale 8 è intervenuto il giornalista Salvatore Caiazza dichiarando che Lorenzo Insigne a fine stagione andrà via. A rassicuare i tifosi partenopei è stato Alfredo Pedullà dichiarando“Io ho una notizia certa: la partita è apertissima. Non è detto che il talento azzurro lasci la Campania o che non rinnovi. Le parti in causa dovranno discutere. Il Napoli e l’entourage di Insigne dovranno ancora parlare e l’esito della trattativa non è scontato”.     

Il decurtamento degli stipendi

Questo di Lorenzo Insigne ed il rinnovo con la società azzurra potrebbe essere una vera e propria telenovela. Lo stipendio del numero 24 è elevato ed il Napoli, come le altre società, considerata la pandemia sarebbe intenzionato a decurtare gli stipendi di molti suoi tesserati. Ad oggi le società devono cercare di recuperare gli introiti persi dovuti al Covid in altri modi, e non è il momento per battere cassa da parte di agenti e calciatori.

            

SE VUOI RESTARE SEMPRE AGGIORNATO VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.