Uomini e Donne, il papà di Davide Donadei è un pragiudicato: commuove la storia del tronista

davide donadei

Lunedi 7 settembre è andata in onda la prima puntata della nuova stagione di Uomini e Donne, i nuovi tronisti del programma sono Davide DonadeiGianluca De MatteisSophie Codegoni e Jessica. I quattro protagonisti del dating show di Maria De Filippi hanno iniziato il loro percorso nel programma rivisitato rispetto alle passate edizioni. Tantissime novità per la ripartenza dallo studio, ai tronisti che si sono mischiati con quelli del trono over.

Davide Donadei sul trono di Uomini e Donne

A suscitare particolare interesse è Davide Donadei, il primo tronista uomo scelto in questa nuova edizione di Uomini e Donne. Nato a Parabita (un piccolo paesino in provincia di Lecce) 25 anni fa, Davide Donadei ha avuto un’infanzia un po’ complicata a
causa del suo cognome, dato che suo padre è un pregiudicato che ha avuto problemi con le forze dell’ordine.

“C’è un po’ di pregiudizi nei miei confronti, perché mio padre – che ha scelto di vivere la sua vita – ha avuto un po’ di problemi
con le forze dell’ordine e quindi questa cosa la mia immagine a 13 / 14 anni la sporcava un po’. Ora che sono cresciuto ho dimostrato di essere una persona onesta, ho sempre lavorato”.
I genitori di Davide Donadei hanno divorziato quando lui aveva solo 5 anni ed ha sempre vissuto con sua madre.

Rivoluzionato lo studio di Uomini e Donne

Stando a quanto raccontato da Il Vicolo delle News, e riportato dal sito Biccy.it, il pubblico è disposto dietro i tronisti, gli opinionisti dietro la padrona di casa Maria De Filippi. Mentre i corteggiatori sono seduti nelle prime 5 file del vecchio pubblico.

In mezzo allo studio di Uomini e Donne è stata posizionata una pedana/monitor (simile a quella del GF Vip) su cui vengono trasmessi i filmati, i famosi rvm di Maria.

“Il pubblico di Uomini e Donne è stato situato dietro ai troni e gli opinionisti dietro a Maria De Filippi. Nelle prime 5 file siedono i corteggiatori e le corteggiatrici con tanto di plexiglass. Hanno fatto il test sierologico istantaneo a tutto il pubblico prima di entrare e hanno dato a tutti una mascherina di plastica da mettere solo sulla bocca e poi ovviamente il plexiglass per separare ognuno. Al centro dello studio c’è una pedana rotonda con tutti led sopra che proietta le immagini che prima si vedevano sul monitor grande”.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.