18.7 C
Napoli
mercoledì, Maggio 18, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Sant’Antimo. Debora contagiata al Cardarelli, muore a 34 anni di Covid. La famiglia: ‘Vogliamo giustizia’


A distanza di due anni continua il calvario dei parenti di Debora Galluccio, uccisa a solo 34 anni dal covid in seguito ad un contagio avvenuto presso l’ospedale Cardarelli di Napoli, dove la giovane era ricoverata per essere sottoposta ad un ciclo di terapie chemioterapiche. Il marito della 34enne, Stefano Cesaro, di Sant’Antimo, rimasto da solo a crescere tre bimbi, non si da pace e chiede giustizia insieme alla mamma, alle sorelle e al fratello della vittima. Per questo motivo il legale della famiglia, l’avvocato Maddalena de Rosa, ha inoltrato la citazione con la quale ha chiesto all’Azienda Ospedaliera Antonio Cardarelli il risarcimento di tutti i danni non patrimoniali e patrimoniali, subiti e subendi, nonché del danno morale, per le responsabilità della struttura sanitaria nei confronti della paziente, ritrovatasi ricoverata in un reparto interessato da un focolaio di infezioni da covid-19.

In particolare le famiglie Cesaro e Galluccio, distrutte per l’improvvisa perdita della congiunta e per le modalità che hanno visto le condizioni della giovane donna precipitare inaspettatamente durante i giorni di Natale 2020 a causa del contagio da coronavirus, denunciano l’inosservanza delle più elementari regole igienicosanitarie e la violazione delle normative di sicurezza in materia di prevenzione e protezione da contagio Covid 19, nonostante all’epoca fossero già acclarate. “Gravi carenze, non soltanto strutturali, ma soprattutto organizzative e gestionali che, come sarà dimostrato in corso di giudizio, hanno determinato nella struttura un focolaio di infezione da COVID 19, che ha condotto alla morte più pazienti, anche dello stesso reparto”, ha precisato l’Avv. De Rosa.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Antonio Mangionehttp://www.internapoli.it
Giornalista pubblicita iscritto dalll'ottobre 2010 all'albo dei Pubblicisti, ho iniziato questo lavoro nel 2008 scrivendo con testate locali come AbbiAbbè e InterNapoli.it. Poi sono stato corrispondente e redattore per 4 anni per il quotidiano Cronache di Napoli dove mi sono occupato di cronaca, attualità e politica fino al 2014. Poi ho collaborato con testate sportive come PerSempreNapoli.it e diverse testate televisive. Dal 2014 sono caporedattore della testata giornalistica InterNapoli.it e collaboro con il quotidiamo Il Roma
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Torna la paura a Soccavo, 2 colpi di pistola esplosi contro il cognato del boss

Antonio Ernano è stato ferito in via Vicinale Palazziello nel quartiere Soccavo. Dopo l'agguato la vittima ha raggiunto autonomamente...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria