Da J'Adore ad Addore, imprenditore di Napoli finisce nei guai per la copia del profumo Dior
Da J'Adore ad Addore, imprenditore di Napoli finisce nei guai per la copia del profumo Dior

Il profumo non si può fare. Il motivo? Il suo nome è troppo simile ad un marchio registrato, vale a dire il colosso Dior. Poco importa se la somiglianza sia soltanto fonetica, perché il cliente potrebbe essere tratto in inganno credendo che sia stato prodotto dalla multinazionale francese. Ad approfondire e riportare la notizia è Fanpage. Proprio il colosso Dior ha chiesto all’imprenditore campano di bloccare la registrazione del marchio ‘Addore e mare’ come classe 3 (cosmetici e affini), il quale sarebbe servito ad un’azienda casertana, Alta Profumeria. ‘Addore’, per la maison francese di Christian Dior di Bernard Arnault è troppo simile al francese.

La diffida di Dior

«La nostra assistita – si legge nella diffida, con riferimento a Parfums Christian Dior – ritiene che la parola “addore”, che è elemento maggiormente distintivo e dominante del marchio da Lei depositato, sia altamente simile al marchio “J’Adore”, da un punto di vista visivo, fonetico e concettuale, considerando inoltre che i rimanenti componenti del marchio sono secondari e decorativi. A tale proposito, si richiama la decisione dell’UIBM n. 1303/2017 che ha già affermato l’esistenza di un rischio di confusione fra il marchio J’Adore e il marchio Addore».

SE VUOI RESTARE SEMPRE AGGIORNATO VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.