8 C
Napoli
sabato, Dicembre 4, 2021
- Pubblicità -

Ercolano, ufficio azzerato dopo lo scandalo hot in Municipio: “Guarderemo il filmato completo”


Il sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto ha azzerato l‘ufficio cimiteriale. La decisione in seguito allo scandalo della dipendente comunale sorpresa ad inviare video hot dal computer dell’ufficio. “Abbiamo chiesto di visionare l’intero filmato di Striscia” ha dichiarato il primo cittadino.

Lo scandalo della dipendente hot di Ercolano

Lo scandalo, scoppiato qualche giorno fa, riguarda una delle dipendenti del Comune di Ercolano. La donna – una cinquantanovenne di Torre del Greco – è stata smascherata da un servizio mandato in tv da Striscia la Notizia. Luca Abete ha fatto un blitz negli uffici comunali della cittadina vesuviana e ha sorpreso la donna riprendersi in atteggiamenti provocanti con la webcam del pc dell’ufficio.

Il servizio bomba di Striscia la Notizia

Il tg satirico Striscia la Notizia ha mandato in onda il servizio sulla dipendente a luci rosse. Il filmato mostrava chiaramente come la donna trascorresse il suo tempo, durante l’orario di lavoro, collegata col pc del Comune su siti hard, mettendo in scena spettacoli online in streaming. Inoltre, da ulteriori indagini, è emersa l’ipotesi del coinvolgimento di altri dipendenti nella vicenda.

La decisione del sindaco di Ercolano

Così, sulla base delle immagini diffuse, il sindaco Ciro Buonajuto ha deciso di azzerare completamente l’Ufficio cimiteriale, trasferendo altrove i dipendenti. “Non deve essere lasciato impunito nessuno!” ha dichiarato indignato il primo cittadino di Ercolano. “L’ufficio cimiteriale di Ercolano è stato azzerato e tutti i dipendenti sono stati trasferiti“.

Le parole del sindaco di Ercolano

Ha poi aggiunto: “Abbiamo chiesto alla redazione di Striscia La Notizia di avere l’intero video, perché dobbiamo capire se ci sono fatti che hanno una rilevanza penale e disciplinare”. Buonajuto, infatti, aveva già comunicato che la donna sarebbe dovuta comparire davanti a una commissione e fornire spiegazioni. Inoltre, è noto che il Comune si costituirà parte civile nell’eventuale processo penale.

Infine, conclude Ciro Buonajuto: “Andremo fino in fondo, sia rispetto a chi è stato coinvolto, ma anche nei confronti di chi sapeva ed ha taciuto“.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

É un dentista l’uomo che voleva vaccinarsi con il braccio di silicone, la protesi comprata online

Guido Russo, 57 anni, dentista che si era presentato col braccio in silicone per ottenere il Green pass senza vaccinarsi, non nascondeva certamente le...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria