Non sono ancora arrivati tutti i primi treni dal Nord. Nella notte, però, si sono registrati già diversi disagi per i regionali diretti a Caserta. Un gruppo di persone, circa 20, ha destato i sospetti del capotreno che – stando a quanto riportato da Il Mattino – credeva fossero senza biglietti. In realtà, invece, il convoglio saltava la fermata dove il gruppo era diretto e, per questa incomprensione, sono volate parole grosse, con gli agenti della protezione delle FS che si sono diretti sul posto per sedare gli animi. I pendolari sono quindi saliti e poi scesi alla fermata successiva a quella della loro destinazione.

Al momento ci sono ancora pochissimi posti nei treni per arrivare a Napoli da Milano. I prezzi, però, toccano quasi le stelle: per il primo treno, quello delle 6:10, ci sono solo posti disponibili in business (155 euro solo andata) o in executive a 262 euro.

Covid & Natale, De Luca detta le regole per gli auguri: “Videochiamate, social o sms altrimenti ci sarà l’esplosione del virus”

De Luca ha parlato nel corso della consueta diretta Fb. Durissime le parole del governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, contro il Governo centrale. L’accusa è quella di aver avuto un atteggiamento troppo leggero, e chiede un lockdown generale come fatto in Germania. “Non esistono Natale e Capodanno, sarà un periodo di sofferenza. Dobbiamo farci gli auguri con sms e videochiamate, niente baci e abbracci o strette di mano. Cosi sì rischia di far salire il contagio”

«Serve un lockdown totale, tipo la Germania» ha detto De Luca in vista del Natale. “L’Italia ha deciso ancora per le mezze misure e le deroghe, qualcuno pensa che invitare gli anziani al cenone sia un atto di bontà ma è il contrario. Non servono deroghe ma regole certe e chiare. Il Governo invece sta facendo confusione. In Campania linea di massimo rigore. Non ci sarà mobilità per i Comuni sotto i 5mila abitanti. Anche questo fine settimana ordinanze contro vendita di alcolici e consumo in pubblico. La nostra linea è orientata, come sempre, verso scelte chiare, semplici, tempestive e controllabili» ha scritto in mattinata il presidente della Regione Campania facendo presagire come al solito una serie di attacchi al governo Conte sul tema della gestione dell’ordine pubblico all’epoca del Covid.

“Linea della prevenzione o linea della rincorsa al contagio? Il governo è alla ricerca della strada” esordisce De Luca. “Servono misure prese per tempo non all’ultim’ora, non abbiamo ancora misure definitive nel momento in cui vi sto parlando. Il governo si sta preparando ad adottare la linea delle mezze misure. Non servono trecento deroghe alle misure, sono prese in giro.  Noi non facciamo finta di aprire per 3 giorni e poi prolungare epidemia per tre mesi. Bloccheremo la mobilità per i comuni e vieteremo vendita di alcolici, l’ordinanza della Regione Campania è in preparazione”.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.

 

Pubblicità