25.7 C
Napoli
giovedì, Agosto 11, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Agguato contro l’ex boss di camorra, arrestato il presunto killer


Agguato contro l’ex boss di camorra e al nipote, arrestato il presunto killer. I Carabinieri del Nucleo Investigativo della Compagnia Carabinieri di Avellino al comando del Maggiore Pietro Larghezza e i militari della Stazione di San Martino Valle Caudina al comando del maresciallo Rianna hanno tratto in arresto Salvatore Di Matola. Il 35enne è gravemente sospettato di essere il killer che venerdì mattina a San Martino Valle Caudina ferì a colpi di pistola Fiore Clemente di 64 anni e il nipote Antonio Pacca. Invece una terza persona che stava uscendo da un supermercato è stata ferita di striscio.

IL FRATELLO FU CONDANNATO PER L’OMICIDIO DEL BOSS DI CAMORRA

Lo scorso dicembre la Corte di Assise di Avellino ha condannato a 18 anni di reclusione Gianluca Di Matola, ritenuto responsabile dell’omicidio di Orazio De Paola, all’epoca dei fatti 58enne, avvenuto l’8 settembre 2020 a San Martino Valle Caudina. Secondo i giudici, la mattina dell’8 settembre del 2020 il condannato ferì mortalmente a colpi di pistola il boss Orazio De Paola. Secondo la ricostruzione dei fatti, si era recato innanzi all’abitazione del Di Matola, per chiarire una questione di natura personale.

Gianluca Di Matola, dopo aver esploso numerosi colpi di pistola all’indirizzo del De Paola, si diede immediatamente alla fuga, venendo catturato in autostrada dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Avellino. L’uomo era a bordo di un’autovettura si dirigeva in direzione Roma. Sottoposto a fermo di indiziato di delitto, all’evento fu attribuito un movente non riconducibile a questioni connesse con la criminalità organizzata, per cui la direzione delle indagini fu subito assunta dalla Procura della Repubblica di Avellino.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Tangenti e regali per evitare controlli, indagati 11 finanzieri a Napoli

E ’accusato di aver corrotto undici militari della Guardia di Finanza con soggiorni di lusso, biglietti per le partite...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria