Sputi sulla frutta a Caserta, Francesco finisce a ‘Le Iene’: «Sono stato minacciato»

Era diventato popolare in tutta Italia per aver sputato sulla frutta poco prima del decreto del nove marzo sul coronavirus. Salvatore, 24enne di Caserta è stato denunciato a piede libero dopo un presunto sputo sulla frutta di un supermercato della sua città.

La visite de Le Iene

Per cercare di conoscere meglio il ragazzo, Le Iene decidono di andare a trovarlo. E lui si dice disponibile, spiegando che la sua intenzione non era quella di ‘infettare’.  Ormai tutta Italia mi conosce per il mio video girato nel supermercato in cui simulo dei colpi di tosse sulla frutta”. Poi continua: Il video incriminato è solo una storia su Instagram. Nelle storie prima e dopo spiegavo che avrei simulato di avere il coronavirus, sarei entrato nel supermercato e avrei mostrato a tutti come è facile infettare altre persone perché i controlli sono scarsi. Ma è stata presa solo la storia in cui tossisco ed è stata usata contro di me”.

Ma quando viene chiesto di mostrare le altre storie, Salvatore spiega che il suo telefono è stato sequestrato dalla polizia. La sua colpa però l’ha ammessa, anche se purtroppo resta un po’ di rammarico per quello che ne è seguito: “Non dovevo tossire sulla frutta, nemmeno per finta. Però gli insulti e le minacce che mi sono arrivati in seguito sono peggio di quello che ho fatto”.